Categoria | Agipsyinthekitchen | Home

"Tu sei come zucchero filato"

Otta e Gloria a Malta per 4 Giorni.

Gloria: ci siamo conosciute a un corso di recitazione, 7 anni or sono, dove sia io che lei cercavamo tenacemente di esercitarci nell’interpretare personaggi non nostri. Siamo divenute subito amiche, confidenti, compagne di aperitivi e chiacchere, condividendo felicità e dispiaceri. Siamo entrate in sintonia, lei è la mia saggia amica che fa scappare le paturnie e mi riporta alla realtà, con il suo sorriso buono e i suoi occhi dolci. Non a caso è stata scelta per essere una delle mie tre testimoni di nozze ( delle altre due vi parlerò a tempo debito..), quando averrà il tempo..

Malta è un’isola che sinceramente non mi ha fatto impazzire. Bella, no. Sporca, trasandata e sciupata, si. Il che è un vero peccato, perchè come tutte le isole godrebbe del fascino caloroso del mare, ma a parte quello, è abbandonata a se stessa, con abitanti non tanto simpatici.
Ciononostante, le nostre eroine se la sono spassata. eccome.
Intanto, cosa fondamentale, abbiamo incrociato al ristorante nientepopodimeno che quel gran galantuomo di Raoul Bova, con la quale Otta si è fatta fare una foto: avevo pure l’abito lungo, che per l’emozione è caduto…per fortuna avevo la mia bellissima pashmina bianca che ha coperto parti che devono rimanere coperte.
Siamo state in spiaggia anche se il tempo non era un granchè, però siamo riuscite a bruciacchiarci…e faceva tanto libro belga francese- una malinconia dolce tra il vento forte e il mare arrabbiato che schiaffeggiava gli scogli.
Sono anche riuscita a finire un meraviglioso libro che parla di gus che fa la scrittice di libri e delle sue figlie : “Gli ingredienti dell’amore perfetto” di Kate Jacobs.
Abbiamo mangiato un sacco di pesce fresco, bevuto buon vino bianco ghiacciato, e approfittato della meravigliosa Spa dell’Hotel : il rpimo giorno ho fatto un massaggio destressante, il secondo giorno un massaggio ayurvedico ( con tanto di litri di olio caldo lasciati gentilmente scivolare sulla mia testa) e per finire un facial al caviale con i prodotti La Praire e un’estetista che mi ha svelato il segreto più fondamentale del mondo: la crema per gli occhi va applicata sempre prima della crema del viso, altrimenti a nulla serve. Mi si è aperto un mondo. per ringraziarla di cotanta gentilezza ho dovuto per forza comprare una delle sue meravigliose creme al caviale e alghe marine. Che lusso.
Siamo state pure tacchinate da un campione di polo argentino: ergo, Ego alle stelle.

Abbiamo eletto a nostro posticino tale U Bistrot, sotto l’hotel che faceva tutto sano e bio: tra cui il fantastico drink post spiaggia a base di gelato alla fragola, brandy e amaretto di saronno.E vi erano appese ovunque queste composizioni very Christmas mood di bacche rosse. Adoro il triplo.

Ovviamente ho fatto shopping: un abito e un paio di infradito di French Connection ( l’abito chiama direttamente quel paio di scarpe di jimmy choo che ho visto su net a porter..), svariati tè e biscotti al bourbon dalla succursale di Mark&Spencer,olii all’arnica e alla lavanda da massaggio, ma soprattutto fantastiche riviste e un incantevole libro all’aereoporto : la bibbia di Nigella. Elle Grazia, Vogue e Marieclaire UK, uno speciale con tutte le foto sul Royal Wedding,Food&Living ( riviste come questa mi fanno sentire così serena e in pace con il mondo…). Brides: eh si perchè Otta impazzisce per quella rivista, e nonostante abbia cercato mille motivi razionali per non comprarlo, quando ho letto “Winter Weddings”…beh, essendo proprio quello il mio sogno, non ho potuto esimermi dall’acquistare immediatamente una copia e studiarmela a memoria. La mia nuvoletta rosa ha iniziato a concretizzarsi sopra di me, stando attenta persino ai dettagli…!

Fidanzato tornato sano e salvo da Vegas, e con un meraviglioso costume di Marc Jacobs per me.Incantanta, gli ho dato il permesso per andare sempre a fare addi al celibato così pazzi se torna così coccolo…e con regali così belli!
Per il resto Otta ricatapultata nella faticosa vita quotidiana: mamma di otta ancora in clinica…speriamo arrivi presto il momento in cui tutto è facile e sereno…in cui i desideri diventano subito realtà, senza fatica.Speriamo.
Colonna sonora?Dolce e delicata come Little Lou, Ugly Jack, Prophet John, di Belle&Sebastian con Norah Jones.
” Travel south until your skin turns, woman
Travel south until your skin turns brown
Put a language in your head and get on a train
And then come back to the one you love..”

print

Print

1 Comment

Load More

Leave a Reply

Your email address will not be published.