Categoria | Agipsyinthekitchen | Home

Al Forte sulle tracce di Sofia&Thomas

Otta, principe fidanzato e suocera hanno passato 3 meravigliosi giorni al Forte.

Abbiamo mangiato, fatto shopping e ancora mangiato.
Dormivamo in un delizioso albergo con piccolo giardino e colazioni gustosissime, ma soprattutto con un lettone morbidissimo che ha permesso a Otta e a fidanzato di fare sane ronfate.
Siamo andati alla ricerca di marmi e abbiamo incontrato un signore così carino e così simpatico che proprio ne sono rimasta affascinata: mi ha commosso quando parlava della sua defunta moglie.
E che bella la NativitĂ  tutta scolpita che abbiamo visto nel suo show-room.
Siamo andati in bici fino a PietraSanta – che meraviglia!
Mai ero stata in questo fantastico borgo popolato di lucine bianche e enoteche e piccoli negozietti adorabili!
Abbiamo gustato meravigliosi piatti a base di pesciolino fresco, bevuto un incredibile Syrah e ci siamo persino fermati lungo la strada a Berceto da Rino a mangiare funghi ( funghi con pappardelle, funghi trifolati, funghi fritti e scaloppine ai funghi).
Da Clara ho mangiato spaghettini allo scoglio, focaccia schiacciata, vino bianco freddo e tortino di cioccolato bianco e fragole. Libidine.

spaghettini allo scoglio, vino bianco freddo e tortino di cioccolato bianco…ah!Paradiso.

I am a foodie. Part 2.

ciao magre!

Otta ha poi comprato un fantastico cappellino molto francese blu di panno, e la sua mother in law invece le ha regalato un adorabile vasetto antico pieno di decorazioni natalize vetuste ( A-D-O-R-O) e una profumazione che rende la casa tipo bubblegum, ma che in realtĂ  sa di uva americana, e fa molto autunno e anche qui Otta adora.

PietraSanta di notte tutta illuminata. La Muraglia.Sembra un presepe.

Abbiamo scovato questa boutique chicchissima in una ex macelleria, piena di cose per la casa raffinatissime: ovviamente avrei comprato tutto ma devo dimostrare a Suocera e Fidanzato che sono una risparmiatrice ( nonchè la donna perfetta da sposare..), così mi sono moderata.
Altrimenti oggi avrei piantato un capriccio bruttissimo per ripassare da quel negozio di Forte a comprare 8 tovagliette all’americana fantastiche: di vimini e lino.
Arg, ce le ho sul groppone.
Mi è anche venuta una strana fissa: la granita alla menta.
Mai mi è piaciuta, eppure il mio amore me l’ha fatta assaggiare ieri e ne berrei a iosa.
Otta ha anche visto una fedina tutta sbrillucicante e stava per piantare scenata bruttissima a fidanzato, con tanto di piedi schiacciati per terra e braccia conserte e magone e musino, quando però ha scoperto che era fatta di bronzo, no grazie ( ma sembrava oro rosa, ma uffa!).

barattolo antico di decorazioni natalizie regalato da suocera

la boutique di cui mi sono innamorata : esterno

la boutique di cui mi sono innamorata : interno

la nostra bunny presa in prestito come modella per il mio nuovo cappellino.

la meravigliosa fragranza di cui ora profuma la nostra casa.

Detto questo, sulla via del ritorno ci siamo fermati a mangiare in autogrill e Otta ha fatto incetta di Chi e Vanity Fair, dove ho trovato le incantevoli foto di Sofia (Coppola) e Thomas (Mars) a Bernalda in un suggestivo ambiente creato solo con tea lights, pronti per quello che sarĂ  si il matrimonio dell’anno alla faccia di Kate&Kate.
Adoro.
Lei&Lui cos’ bohemienne, così perfetti.
Lei con abitino a micro fiorellini di seta e rossetto rosso.
Lui camicia e khaki.
Così boho.
Così Yankee eppur dal sapore francese.
Sul tavolo a “L” disposto ( esattamente come farei io) San Pellegrino e, ci scommetto, il buonissimo vino di papĂ  Francis, che orgoglioso della sua Sofi, le ha pure dedicato un bianco amabile.

PapĂ  Francis che non solo ha trasformato un palazzo disabitato e decadente in un meraviglioso resort 5 stelle con tanto di Spa inclusa per le nozze della sua bambina, ma pure ha fatto si che per il suddetto matrimonio ci siano a disposizione di figlia, futuro genero e invitati 3 jet privati e 4 macchine con autista.
Embè, minimo.

Lei sarĂ  tres cool, di Marc (Jacobs) vestita e lui me lo immagino in lino bianco: le loro due pargolette, Romy e Cosima, con tanto di coroncine di fiori in testa.
E sono anche certa che la festa risulterĂ  essere semplice e chic, a base di calzoni alle erbe, lucanica e salsiccia pezzenta.
Mmm e triplo Mmmm.
Sofi sarĂ  arrivata con le borse di Vuitton, anche queste titolate a lei.
Sono verde dall’invidia.
Cosa fare dunque?
Sicuramente progettare le prossime vacanze estive come un tour tra Puglia ( per far felice fidanzato) e Basilicata, dove Otta prenoterĂ  giĂ  da settimana prossima almeno 1 notte a Palazzo Margherita.
Next step: farsi regalare la Sofia di Vuitton da Principe Fidanzato nell’immediato futuro ( abbiamo anniversario e Natale in avvicinamento…).
Perfezione?
Natale in California: mentre fidanzato sarĂ  sulle orme di Steve Jobs e Cupertino, io andrò per le vigne di Francis, così da diventare un’esperta e magari incontrare la Royal Family del cinema.
Sofia e Cosima. Piccola Cosima, con quel nome lì, abbiamo su di te grandi aspettative.

ps. riguardiamocela al David Letterman Show, dove il buon David esordisce facendo ironia sul suo nome.

print

Print

Leave a Reply

Your email address will not be published.