Categoria | Agipsyinthekitchen | Home

casa dolce casa

Otta e Fidanzato sono tornati nella magione.
la piscina del Rocabella di Mykonos

nana felice che corre in piscina

Ovviamente fidanzato ha già abbandonato il tetto coniugale per recarsi a giocare a poker con i suoi amici. La tentazione era quello di ucciderlo seduta stante, visto che la prima cosa che ha fatto appena atterrati è stato chiamare il suo clan e accordarsi per vedersi ( pensare che solo mezz’ora prima millantava febbre, mal di gola, tosse, raffreddore, e acidità di stomaco). Poi ho pensato: casa libera, champagne in frigorifero, maschera al viso, lavatrici,impacco per capelli e chiacchere con amiche. E l’umore è subito tornato delizioso.
Mi sono già fissata seduta di emergenza dal parrucchiere domani mattina, e sto meditando un pacchetto scrub+massaggio+mani+pedi al Castadiva. Se c’è posto domani pomeriggio sono lì.
Poi ho la mia adorata Camilla con piccola Giugiu ( nell’ordine una delle migliori amiche di otta con la sua bimba, nonché mia nipotina, che abitano a Paris alle quali ho dato la casa di Lanzo per passare le vacanze estive) da vedere domenica, per un pranzo in baita con coccole e parole.
Voglio anche cercare il famoso là che mi faccia mettere le basi per iniziare la mia piccola produzione di abitini bianchi e grigi fumè per il mare.Questo è un mio tarlo, ma questa volta voglio e devo. Insomma, devo solo capire come. Si accettano idee, consigli e aiuti.
Devo risolvere una piccola cosa di lavoro e poi con fidanzato e suocera partiamo alla volta di Forte dei Marmi per 2 giorni di toscanità, pre ripresa.
Non mi sembra vero: solo poche ore fa eravamo a Mykonos. per l’ultima notte ci siamo viziati al Rocabella Hotel, abbiamo mangiato un meraviglioso club sandwich, tzaziki come si piovesse e sono arrivata a Mpx che trasudavo aglio e cipolla.
Motivo per il quale sostengo che per la prossima settimana Otta è in digiuno forzato di massima purificazione :il mio piccolo fegatino reclama vendetta.
nana e mami di cui parlo qui sotto
Oggi a colazione, mentre mi godevo il meraviglioso panorama e gli squisiti pancakes, ho assistito a una scena incantevole: una nana molto carina che giocava con i capelli della sua chicchissima mami. Erano sedute al tavolo mentre il papà in questione faceva colazione e leggeva un quotidiano.
Era pura sintonia.
Cosa c’è di più dolce di questo?Avere manine di nana scorrere tra i tuoi capelli, mentre si fa colazione in un contesto da meraviglia con l’uomo che si ama accanto.
Questo è il mio sogno. Ma più mi inoltro nel mio futuro più prossimo, più mi si stropiccia il cuore perché questa serenità non sembra di facile raggiungimento per Otta.
E’ così strana la vita: quando si desidera con tutta l’anima che qualcosa accada, questo sogno rimane sospeso in una dimensione vicina, ma al tempo stesso lontana.
E questo fa abbastanza male.
Anche perché purtroppo il più delle volte si dipende dalla volontà altrui e/o da situazioni contingenti fuori dal proprio controllo. Il che duplica la frustrazione.
Comunque, abbandoniamo le tristi riflessioni, ho una camomilla tra le mani, e 2 valeriana in corpo.
il basilico portentoso
lanterne e olii di oliva profumati..quel merveille!
Vorrei parlare anche della fantasmagorica pianta di basilico che era trionfante sul bancone in legno bianco della piscina:cioè, qualcuno mi deve spiegare come si fa. Ho provato, e riprovato e parlato più volte con vari basilici pregandoli, supplicandoli, scongiurando una crescita di tal siffatta bellezza, ma nulla…basilico diventa nel migliore delle ipotesi giallognolo e sofferente. Non capisco.
Ma credo che i tempi bui nella relazione tra me e questa piantina odorosa siano finiti: da domani mi darò alla lettura di Smalto, Rossetto e Pollice verde.
print

Print

Leave a Reply

Your email address will not be published.