Categoria | Agipsyinthekitchen | Home

Sant’Abbondio

Sant’Abbondio è il patrono di Como e ogni anno, da quando siamo fidanzati, andiamo sempre alla sagra che organizzano per celebrare questa ricorrenza.

Quest’anno pare sia diventato di super moda e sono due sere che ci mettiamo in fila ma che alla fine non riusciamo ad arrivare alla bramata salamella.

Otta e fidanzato a Sant’Abbondio, Otta tutta concentrata sul suo Spritz

Marie Claire Idees France con l’editorial featuring il pantalone realizzato dal nostro fantastico Christian:http://www.christianpellizzari.it/site/Home.html

Ieri sera siamo andati scortati dai nostri amici Teo e Renato: è stata una serata fantastica.
In primo luogo Otta ha scoperto, dopo aver guardato Principe Fidanzato totalmente rapito dai Bersaglieri, che il nonno di Gio era Presidente dell’Associazione Bersaglieri.
Ho visto orgoglio negli occhi del mio amore mentre me lo raccontava, e io sono fiera di tutto questo.
Dopo aver sentito un po’ i Bersaglieri, e soprattutto dopo aver capito che non c’era speranza di arrivare al bancone del cibo in tempi brevi, la nostra allegra brigata si è trasferita alla pizzeria Spagnola dove tra una risata e l’altra abbiamo mangiato, chiaccherato e bevuto ( decisamente troppo): pizza con prosciutto e zola, pizza siciliana,pizza con salame piccante e cipolla e tanto vino rosso, allungato con qualche birra e un mirto finale.
Renni è un mito: oltre ad essere un amico leale e una persona di una cultura vastissima e di una gentilezza d’animo difficile da trovare. E’ fidanzato con Christian di cui siamo tutti orgogliosi: ha appena lanciato al sua meravigliosa linea sartoriale da uomo e sta andando alla grande.
E’ stato persino pubblicato su Marie Claire Idees France, uno dei miei giornali preferiti.
You rock Christian!
Ed ora voglio anche io quei pantaloni, anche se sono da uomo…sono super cool!E very très chic!
Teo: beh, Teo, è il Teone.
Non c’è altro da aggiungere.
Unico anche lui, sotto un corpo da cubista batte un cuore da tenerone e romanticone.
L’inizio dell’amicizia con Teo non era stato dei più brillanti.
Gio ci aveva presentati una vigilia di natale, e forse Teone si era un po’ ingelosito di me, non so.. so solo che Principe Fidanzato alle 2 di mattina del nostro primo 25 dicembre insieme aveva dovuto raggiungere un Teone divenuto Drama Queen perchè a suo avviso poco considerato da lui.
Poi però l’amicizia è scoccata, tra molti spritz, tanti consigli e molte chiacchere.
Quello che caratterizza Teone è la sua bontà immensa.
Renni e Teo sono le mie cheerleaders preferite.
Ieri sera hanno fatto un lavaggio del cervello a Principe Fidanzato, facendo le lime sorde per estrapolargli una data e un brillocco per Otta.
Ehehe, mitici, vi adoro.
Oggi venerdì: finalmente.
Progetti per il weekend è dormire dormire dormire anche perchè sono ben 15 notti che Otta rimane sveglia al capezzale di fidanzato malato, e soprattutto perchè settimana prossima sarà di fuego puro: Londra per evento nani back to school, e poi Milano per Vogue Night Out.
Questa sera cenetta con le pasticcine svizzere, avevo promesso di fare un dolce, ma sono stata travolta dalla frenesia di budget per la Vogue night out, Sant’Abbondio e fitting per Venezia che proprio non sono riuscita a preparare nulla. Andrò da Giorgia qui dietro a prendere una crostata di lamponi e crema pasticcera.
Otta interromperà il suo weekend di sonno solo per andare all’Apple Store sabato con fidanzato, mangiare il panino alla nutella nel centro commerciale e andare a trovare la nostra Chiara che sarà dimessa oggi con il suo fagottino, Vittoria.
Prevedo anche un sano cinema, magari la sera di sabato.
E di esercitarmi domenica a fare cupcakes.

l’invito della VFNO, alla quale Otta sta lavorando da 2 mesi e per il quale Otta ha una leggera ansia

Otta avendo mollato da un po’ la palestra, cammina tutte le mattine da Cadorna all’ufficio, e tutti i pomeriggio il percorso inverso, sperando che ciò possa supplire all’esercizio fisico e tonificarmi comunque le gambe.
Il problema è che passo sempre da Porta Genova, davanti al negozio Biffi e oggi, proprio oggi, con le vetrine in allestimento ho visto un manichino che sembrava proprio dirmi: ehy tu, otta, cosa fai, mi ignori?guarda che bella giacca di pelle, morbida e che sciarpa…si intonerebbe il tutto perfettamente ai tuoi occhi color nocciola – verdicchi…”.
Otta ha fatto violenza su se stessa, pensando in primis al mio mal ridotto conto corrente, in secundis al fatto che ho promesso di dare più valore a una vita semplice.
Ma come sarebbe bello, in questa vita semplice, andare al parco camminando tra le foglie gialle e rosse autunnali, andando a mangiare polenta e gorgonzola, indossare quella meravigliosa giacca di Mulberry?
Mi sono consolata bevendo il mio capuccino chiaro chiaro e parlando con il mio migliore amico Andrea, che mi ha chiamata dal Lussemburgo, con numero sconosciuto, ed ero talmente immersa nei pensieri di visualizzazione di Otta con quella giacca che all’inizio non l’avevo nemmeno riconosciuto.
Ora, back to work: devo cercare di risolvere i mille problemi che arrivano tutti nell’arco di un minuto, e devo farlo in fretta perchè è venerdì, massimo le 6pm questa sera Otta fugge in direzione home sweet home.

I Bersaglieri, ieri sera alla sagra.
print

Print

Leave a Reply

Your email address will not be published.