Categoria | Agipsyinthekitchen | Home

Friday I’m in love!

Otta, lettone e colazione

Otta questa mattina se la prende con calma: Kate Perry con Teenage dream ha suonato dall’iphone del mio fidanzato (la nuova suoneria della sua sveglia) questa mattina alle 6,30.
Mentre Fidanzato si è alzato con la delicatezza di un elefante, dirigendosi in cucina a finire un lavoro, Otta si è rigirata e ha provato a ri addormentarsi.
E ci sono riuscita.
Non solo: oggi prendo alla lettera l’easy friday.
Mi sono portata il tè a letto e guardo il TG mentre scrivo il blog: questa sera cenetta con le mie cugine di Saronno , che non ci si vede da troppo tempo.
Domani invece sicuro una mega pedicure: ieri, so che non dovrei dirlo, ma le mie nuove ballerine di Stella mi hanno massacrata e ai miei poveri piedini è stato dato il colpo definitivo con le Louboutin al Vernissage ieri sera.

Otta e i suoi poveri piedini dopo la serata

Ieri sera siamo andati all’apertura della nuova galleria di Gea, e dopo ci siamo fermati alla cena deliziosa che lei e il suo fidanzato avevano organizzato: risotto alla milanese in un attico molto NY style, circondati da meravigliosa arte contemporanea.
Sul mio outfit dovete credermi sulla parola: troppo male ai piedi, e fidanzato non in mood da foto. Comunque ero très cool, ça va sans dire.
Questa mattina mi sono svegliata con il TG che annunciava una nuova recessione: ora io mi chiedo e domando che motivo c’è di fare questo terrorismo psicologico.
Mi mette una certa ansia pensare che il nostro futuro dipenda così tanto dagli umori delle Borse, di azionisti e di squali della finanza: ma non mi addentro molto in questo discorso perché ammetto di essere alquanto ignorante in materia.
L’unica cosa che posso dire è che dovrò trovare un’altra formula di suppliche per il mio direttore di banca per non farmi bloccare la carta di credito: Otta deve iniziare seriamente a risparmiare.

Mentre guidavamo verso casa, Otta pensava al libro(e film) “Mangia prega ama”, alla scatola dove la protagonista inseriva i ritagli, gli oggetti che rapperenstavano sogni nel cassetto, e mi sono accorta che anche io ne ho una, fatta senza per nulla pensarci, in ufficio, dietro la mia scrivania.
Dentro c’è una tutina rosa deliziosa taglia zero anni, un numero di Elle Sposa, dove avevo visto un abito incredibile, un numero di Traveler con un itinerario in India, un articolo su come fare il business plan perfetto stampato da Internet e un libro di Csaba della Zorza: oggetti che ho accumulato, mettendoli da parte per interesse, dicendo prima o poi mi serviranno.
E sono tutti lì, in una scatola: è strano quanto a volte metti da parte i tuoi sogni, e li perdi, persa tu stessa nel trantran quotidiano, nell’amore per il proprio compagno, nella frenesia delle giornate che passano e nemmeno te ne accorgi.
Poi ti ritrovi una sera in macchina, con alla radio una canzone conosciuta, e pensi: dove sono finta?dove sono andati questi sogni?
By the way, se vi capita guardate Eat Pray Love: perchè c’è Julia, e Julia è sempre Julia, perché c’è Bali, perché la protagonista ama fare bagni caldi e lunghi, perché c’è TukTuk, perché è un bellissimo journey, perché c’è anche un bellissimo scorcio di Italia e un super coccolo pranzo del Ringraziamento. E i protagonisti maschili sono veramente un bel vedere.

Prada show – Summer 2012

Prada Summer 2012 – Detail

Ha finalmente sfilato Prada e come immaginavo, non ci ha deluso: squisitamente dolce, romantica ma non stucchevole.
Sulle scarpe sospendo il giudizio, ma i looks, tutti belli: what a sweetheart!
Mi dirigo verso l’ufficio: Friday I’m in Love!
Nella incantevole versione di Dean&Britta.

print

Print

1 Comment

  • anche io
    1) ho bisogno di una pedicure
    2) devo cominciare a risparmiare
    io non so manco che vuol dire recessione quindi non mi preoccupa minimamente! ahahaaha
    post sempre super divertenti 🙂

Load More

Leave a Reply

Your email address will not be published.