Friday I am in love

Riflessioni di ottolina ormai arrivata agli ultimi residui di riserve di energie e forze:

– Il Bacillo dell’influenza mi ama come mai nessuno al mondo ha fatto prima. Non molla, è tenace, non riesce a staccarsi da me in nessun modo e quando lo prendo a calci con oscilllo e tachipirina lui latita un pochino, per farmi rimanere sul chi va là, e poi ritorna impetuoso, con tutto il suo attaccamento.

-L’hand sanitizer è una meravigliosa invenzione.

– Pranzare con il cirachi di salmone consegnato a domicilio e la miso soup è un buon modo per chiudere la settimana lavorativa.

– PC sucks. Ma questo lo sapevamo.Quello che urta in maniera indicibile è che dopo aver scritto una mailing list con più di 50 nomi polacchi, ucraini e greci, averci sprecato più di un’abbondante ora, tutto scompaia nel lampo di uno zip e di un messaggio “Lotus Notes non risponde, terminare il programma?”

– Sagra della Zucca: se il mio innamorato Bacillo Influenzale ( vedi al punto 1) decide di fare la magia e Pouff, scomparire, gradirei molto domani recarmi con principe fidanzato all’evento mondano di Rovenna. Ravioli ala zucca, zucca con salsicce e risotto, pumpkin pie.

– sono stata richiamata all’ordine dal fidato parrucco Antonio che si è accordato con la mia estetista: domani mi aspettano a braccia a perte per una remise en forme totale. Peccato che Bacillo mi voglia sciupata e nemmeno Mago Merlino mi farebbe risultare affascinante. Gli occhi sono lucidi – Bacillo direbbe languidi- la pelle è cadaverica – Bacillo direbbe diafana, da buon innamorato. Ma il risultato non cambia. Ottolina sta na schifezza. Poi per carità, ogni scarrafò è bello a mamma soia. Io so solo che oggi persino la mia perpetua assistente mi ha guardato un po’ schifata.

– Con la mia Caterina stiamo preparando una cosa meraviglisoa per Natale. Non vedo l’ora di rendervi partecipi.Avrò bisogno di tutto il vostro aiuto.

– Rosico miliardi per essermi persa Nigella ieri. Mannaggia alle conference calls.

– Voglio fare un brunch: spremute fresche, uova, pancakes, torta di mele…che altro consigliate di fare?Attendo suggerimenti e ricette a breve, perchè voglio trasformarmi in nonna papera domenica.

– parlando di cibo,continuo a ricereve complimenti per la mia ciambella alla banana, che tronfia, ho fatto assaggiare anche a tutto l’ufficio. Si fa sempre più pressante in me la voglia di fare un corso tipo Cordon Bleu, e un altro corso di Food Photography. Babbo Natale ecco cosa metterò in lista.

– caro Babbo Natale, vorrei anche un bel libro di Storia dell’Arte, una candela Dyptique al pino – facciamone due – e un maglione dolce vita super cozy bianco che ho visto in un negozietto sulla strada che faccio per andare al lavoro al mattino. Ovviamente anche un paio di Jimmy o Laboutin, giusto per non perdere l’allenamento.

print

Print

Leave a Reply

Your email address will not be published.