Categoria | Agipsyinthekitchen | Home

But as long as you love me so, let it snow, let it snow, let it snow

Che meraviglia: 3° segnava la macchina questa mattina, quando ottolina avvolta nel suo incantevole cappottino rosso di Stella, si dirigeva guidando tra le coltri e le nebbie verso il lavoro.
Addirittura per un breve momento è apparso anche il simbolino di neve su strada.
Ho adorato.

A quel punto ho messo a palla it’s beginning to look a lot like christmas e ho iniziato a cantare a squarcia gola, ballando poi su White Christmas, may your day may your day be merry and shine!

Evviva!
Che cada tanta tanta neve, da dover stare a casa con cioccolata calda, coccole e piumone!
Che cada così tanta neve da andare in slittino in giro!
Che fiocchi la neve così da giustificare un acquisto di moon boot!
Che il cielo cominici a produrre miliardi di fiocchettini di stelle gelate così che le renne di Babbo Natale possano atterrare più facilmente!
Questa mattina mi sono messa i miei meravigliosi stivaletti presi da Steven Maiden a NYC lo scorso aprile: fa così new yorker girl!
Poi hanno il tacco, il cosiì detto walking heels, cammini pure che è un piacere. Sono stata presa un po’ in giro perchè dicono che facciano molto scarpone da montagna…ma è tutta invidia la vostra!
I miei poveri piedini sono al caldo,e devo dire che ho quel look Aspen meets NYC, chic che va sempre bene.
Parlando di Natale in arrivo, Nicole Ritchie è splendida vestita Stella all’inaugurazione di un winter wonderland americano.
Ottolina deve trovare ben 3 outfit differenti da indossare tra la vigilia e il 25 sera. Eh si, perchè abbiamo nell’ordine: cena da mio papà, pranzo con parenti di fidanzato e cena con mamma e Giulio.
Alla cena del 24 posso sfoderare il mio meraviglioso abitino di Gucci color fragola, ancora non messo, ma mi mancano altri due outfit. E devono essere per forza nuovi.
Quindi, oltre che caccia al regalo, caccia anche all’outfit.
Quanto ci sta simpatico il sindaco di londra: sempre in giro in bicicletta, nessuna auto blu, un po’ spettinato, con quell’aria da paciarone che puoi incontrare nel pub sotto casa a mangiare uova e salsiccia e con il quale puoi sederti a bere il latte con il nesquick e i pan di stelle.
Ma insieme all’english tea, non potremmo importare da Londra personaggi così che ci vengano un po’ a amministrare e mandino a casa tutto questo ciarpame politico che siamo costretti a subirci?Nel pacchetto per favore, includete insieme a Boris Johnson, anche Nigella Lawson, Mary Poppins, net-à-porter.com, la vanilla granola, Liberty e Winnie the Pooh.

Questa sera dopo zio dentista raggiungo la mia Caterina e la mia Agatina alla cascina della cuccagna per una scorpacciata di marmellate di pere cosce, zucche biologiche e coccole: sto ultimamente riscontrando un lack affettivo e ho sempre bisogno di dose doppia, se non tripla di attenzioni.*
*Vedi sotto la voce PMS: sindrome pre mestruale.
print

Print

3 Comments

  • Anonymous says:

    mamma mia..hai proprio il natale nel sangue!!! come darti torto..l’attesa…i preparativi, la ricerca dei regali, le mille luci colorate, gli alberi addobbati..le strenne..non si possono adorare||
    ed alla fine il natale ci aiuta a rimanere un po’ bambine!

    kathia

  • laura says:

    belli belli belli i vostri biglietti!! per il look delle feste sono curiosa di conoscere le tue decisioni… magari da poter anche prendere spunto! buona giornata! laura

  • alice says:

    @ kathia: evviva il natale! Sempre e forever! Con quelle mille lucine! Uao!
    @ Laura: adesso mi do alla caccia dell’abito perfetto e ti aggiorno!

    Buona serata!

Load More

Leave a Reply

Your email address will not be published.