Categoria | Agipsyinthekitchen | Home

E’ bello quando qualcuno ti fa sentire speciale (32 sleeps till Christmas)

Che dire?

Che sono la persona più fortunata del mondo ad avere una migliore amica come la mia Sara, che riesce a farmi arrivare il calore del suo abbraccio anche a 1033 kilometri di distanza.
Quando è entrato il nostro omino UPS, questa mattina non l’ho nemmeno degnato di uno sguardo, ma solo di un frettoloso ciao, presa com’ero in budget, conti e elucubrazioni varie.
Laura, la nostra wonderful stagiaire, pensando che fosse un reso di qualche celebritry l’ha aperto e…sorpresa!

“Aliciottolina you got a present!”

Ho alzato la testa , squadrando la povera assistente dagli occhiali, e ho visto una meravigliosa scatola infiocchetta con carta rossa natalizia che stava arrivando verso la mia scrivania.

Ho letto prima il biglietto, e già li, la lacrimuccia è scesa.
Aprendolo,poi, ho iniziato a piangere come una bambina, non solo perchè è proprio quello che volevo, che come avevo già scritto in un post tempo fa, desideravo da ben 4 anni, da quando con fidanzato avevamo fatto la nostra prima fuga romantica ad Amsterdam, ma è anche arrivato in un momento in cui ne avevo veramente bisogno.

E non parlo consumisticamente parlando.

Mi ha scaldato il cuore..

E’ proprio bello quando qualcuno ti fa sentire speciale.
E in questo quotidiano, dove si va sempre di fretta, sapere di avere accanto una persona così speciale come la mia Sara, da coraggio e infonde fiducia.
Non solo la mia migliore amica, ma una sorella.
Saretta mia, siamo un po’ come quelle due bambine della vodafone che si scambiano cuori di cioccolata.
Willy e Katie: il loro primo Natale da sposati.

Mica male.
Lei nei suoi completini chich and cheap ci sta regalando grandi soddisfazioni: ho anche adorato che tenesse l’ombrello solo per se durante l’ultima uscita in pubblico, e Willy, nientepopodimeno che il futuro re d’Inghilterra, non facesse un plissè e la seguisse fedele e orgoglioso, anche di beccarsi l’acqua, pur di salvare il liscio perfetto e boccoloso della mogliettina.

Oggi per distrarmi dalle mie scocciature e dalle mie angoscie, mentre camminavo verso l’ufficio, ho provato a immaginare il loro, di 25 dicembre.

Dato che si vocifera che Kate sia incinta, ecco la lista di regali che secondo me lei potrebbe fare a lui:

– una pipa. Eh si, perchè ad ogni papà che si rispetta, va regalata una pipa.

– “what to expect when you are expecting”. giusto che così anche lui sia informato di ciò che gli ormoni possono combinare.
– un nuovo burberry per andare a caccia
– gemelli da polso con le iniziali ( regalo classico di mogli appena sposate)
– un orologio da tasca, che fa così papà di Mary Poppins.
– due biglietti per l’Opera ( che fa così Match Point – quello di Woody Allen- e quindi così Londra)
– un ritratto fatto da Pierangelo Pollini.
– un corso di cucina macrobiotica, tenuto da Gwyneth paltrow in persona: così che quando lei allatterà, lui per lo meno cucinerà cene deliziose per far riprendere la neo mamma.
– una donazione all’associazione di Paul McCartney, il meat free monday: eh si, con tutta la cacciagione a cui spara, almeno si pulirebbero un po’ la coscienza, e farebbero felici anche la parte vegana di sudditi e fan.
Lui invece potrebbe regalarle:
– un abbonamento con un personal trainer di quelli top, in modo tale da evitarle crisi di identità e ansia dovute al tanto elogiato didietro della sorella Pippa.
– un anello personalmente disegnato da lui: perchè parliamoci chiaro. Bello l’anello di Diana, ma già la poveretta è stata soprannominata dai sudditi “la principessa del popolo” come la defunta suocera, in più averci pure l’anello che ha portato un matrimonio funesto alla compianta Diana…beh, ecco. Suvvia Willy. Un nuovo anello male non fa.
– una rifornitura annua di burro d’arachidi: così almeno quando partorisce puù mangianre a iosa – e poi mio caro Daily Mirror, da quando le donne incinte non possono mangiare noccioline?Io sapevo di salame e prosciutto crudo. Ma noccioline..boh. Buffo come paese che vai, ginecologo che trovi.
– un weekend d’amore alle Bermuda, prima della delivery del regal baby. Giusto per approfittare ancora un po’ del romanticismo pre pupo e delle notti passate a sbaciucchiarsi senza avere pianti, coliche e pappe a cui badare.
– un cottage molto cocccolo e un po’ snob a Lech, in Austria, dove potersi rifugiare lontano dai paparazzi e dove svernare e respiare aria pulita.
– un cucciolo di cocker color miele ( per dare proprio l’idea della perfetta coppia inglese)

Chissà com’è sedersi con accanto la Regina, e darle i tre baci per augurarle Merry Christmas.
Immagino comunque caminetti di marmo accesi, sfoggio di corone e diademi,tacchini farciti e abiti delle più preziose sete rosse.
Io mi lamento perchè non ho idea di cosa regalare alla suocera quest’anno, ma pensiamo alla povera Kate, che deve fare un regalo alla Regina d’Inghilterra. E persino uno a Camilla.
Mi sudano le mani al solo pensiero.
Dramma odierno: private sale Roger Vivier, e io, sarò a Roma.
Ho mandato una mail supplicante a mia madre, facendo leva sull’aspetto emotivo e irrazionale della cosa.
Ma non mi ha risposto. O ha ignorato la mia mail, o mi ha fatto finire nella spam.
Ah beh, ma io non mollo.
Ogni chiamata, da qui alla data fatidica, avrà un richiamo a Roger.
La mia mamma capirà l’annesso e il connesso ?
Queen Bee in versione cenerentola con scarpa Roger
print

Print

2 Comments

Load More

Leave a Reply

Your email address will not be published.