Categoria | Agipsyinthekitchen | Home

Kitchen Confidential ( 31 giorni a Natale)

La mia Caterina ai fornelli!

Che cenetta incantevole ieri sera!

Ci ha raggiunti anche fidanzato, che ha fatto i puzzle con Agatina mentre la nostra Caterina ci ha deliziati con una cena sublime.
Premessa: Caterina e Michele sono una delle coppie più affiatate che conosco, e hanno anche fatto dei viaggi meravigliosi.

Ottolina e Agatina
Dal Senegal all’India, il mondo per loro non ha segreti e ascoltare i racconti di viaggio di Caterina, ieri sera, è stato illuminante.

Caterina lavora per Fata, associazione benefica che si occupa di dare accoglienza ai bambini abusati, mentre cercano una nuova famiglia che li accudisca.
Per fare questo lavoro bisogna avere oltre che un gran coraggio e una vocazione, una grande serenità d’animo.
E la mia amica Caterina è così: pacifica, raggiante, luminosa.
Oltre ad essere un’ottima cuoca e una mamma bravissima: Agatina è una bambina generosa, allegra e cool.
Ieri sera abbiamo mangiato una ghiotta pasta con zucchine, ricotta salata e menta, il tutto condito con olio di oliva delle loro tenute siciliane.
Ottimo, chevvelodicoaffare.
Sformato di zucca e patate, e mini tortine all’arancio con crema pasticcera agli agrumi.
Tutti ingredienti sempre arrivati con un pacco delle poste italiane direttamente da Catania, e annaffiato da ottimo Syrah.
Il culmine, oltre al borso di Agatina è stato il cincin tra noi girls: ovviamente la nostra piccola scimmietta ha brindato con succo di mele.
Cose che da oggi so anche io:
-Costruire con Agatina in calza maglia di Gap un meraviglioso camper castello di lego per hello kitty e pimpy da molta più soddisfazione di qualsiasi altra cosa.
– per fare una pasta ottima ci vogliono solo i giusti ingredienti, e più you keep it simple, meglio viene. Vedi sotto la voce: Pasta di Cateronza.verrà presto rifatta nella nostra magione.
– sono assalita dall’ansia pre evento, soprattutto quando a meno di una settimana i nostri light designers ci comunicano che non hanno ancora i dovuti permessi.Ops.
– 4 bicchieri di Syrah, se accompagnati da buon cibo, non rendono Ottolina brilla.

– Il nostro Max è finito su Chi, venendo additato come la nuova fiamma di BBD’A: dobbiamo aspettarci uno scontro frontale tra un abito di Valli e un completo vintage Dior?Max, sappi che io e la Rodes, superato il momento di orgoglio per vederti lì fotografato, siamo molto gelose di te. Tu eri solo nostro. E pensare tutto lo sforzo che ho fatto per conquistarti: mi ero fatta persino prestare il kimono vintage di Blumarine al Rodes wedding, da Ada. E poi, basta una che arriva in tacchettini Laboutin per portarti via da noi. Sigh.

– Le temperature continuano a non volere scendere: Cielo, ti avverto. Non fare scherzetti che poi fai la neve a febbraio e un freddo barbino fino ad aprile.. la neve deve arrivare adesso, subito per accogliere Santa Claus. Inoltre, ti ricordo, mio caro Cielo, che il freddo, passato Natale, non ha più senso.
– Il borso è un bacio misto a un morso che è sinonimo di grande affetto e amore.

– i carretti vintage della cioccolata calda non son più quelli di una volta.
– le meline minuscole oltre ad essere ottime, maturano se appese al caldo della cucina, e sono anche belle come decorazione.

Ecco le ricette di ieri sera: enjoy!

Pasta di Cateronza
2 zucchine
un mazzolino di basilico e menta
olio buono
Tagliare a rondelle le zucchine, soffrigerle in olio d’oliva con uno spicchietto d’aglio intero
Asciugarle per bene. Cuocere la pasta al dente e nel frattempo tritare finemente il basilico con la menta.
Mescolare pasta, trito e abbondante olio crudo in una ciotola di ceramica e servire con abbondante ricotta salata.
Dolcetti all’arancia con crema all’arancia di scimmietta Agatin
arance 1
zucchero 120 gr
farina 120 gr
burro 100 gr

uova 2
lievito per dolci 1 cucchiaino
Sbattere i tuorli con lo zucchero. Aggiungere il burro fuso, poi la farina setacciata insieme al lievito. Incorporare il succo e la buccia grattugiata di una arancia, e aggiungere infine, delicatamente, gli albumi montati a neve. Versare il tutto in stampini da muffin. Far cuocere a 180° per 20 minuti o finché i dolcetti non siano dorati.

Crema:
100 ml di latte
100 ml di succi di arancia filtrato
75 g di zucchero (o di più se le arance sono aspre)
40g di farina
1 uovo
Sbattere leggermente lo zucchero con l’uovo e unire la farina. Aggiungere a filo il succo e il latte e mescolare fino ad ottenre un composto liquido senza grumi. Mettere su fuoco a fiamma bassa fino a che la crema non si addensa.
Sevire i dolcetti con la crema.
Parmigiana di zucca e patate
1/2 zucca medio grande
4 patate
1 mozzarela
100 g di primosale
Parmigiano grattugiato in abbondanza, sale pepe e noce moscata
Salvia
Tagliare a fettine sottili la zucca e le patate e cuocerle al vapore per 10 minuti.
Prendere una pirofila da formno e ungere con un pò d’olio e dei fiocchetti di burro.
si alternano strati di zucca, patate, mozzarella e primo sale insieme, parmigiano grattugiato e foglioline di salvia spezzettate. Salare pepare e aggiungere la noce moscata. continuare allo stesso modo fino a esaurire gli ingredienti. Ripassare in forno per 30 minuti a 180°

print

Print

2 Comments

Load More

Leave a Reply

Your email address will not be published.