Categoria | Agipsyinthekitchen | Home

Oh, nasello delle mie brame!

Oh se mi vedeste adesso: divano, coperta azzurra doppia, pigiama, cuscino con grano svedese scaldato al microonde, computer e Reese Whiterspoon..mia mamma, che predica e supplica che la sua bambina abbia un risvolto inatteso di look e diventi più Belen, rispetto alla versione casalinga di Bridget Jones, avrebbe un conato di vomito simultaneo e la sentirei lamentarsi da qui all’anno prossimo, ogni giorno.

Ma io rivendico con orgoglio il tuta moment: la soddisfazione della morbidezza del cotone felpato, il calore del cuscino cervicale, tisana calda e divano.
Momenti di gloria, oserei dire,con buona pace di fidanzato, che per fortuna ama anche lui il mood letargo che acquisisco durante la stagione invernale.

Questo avere la famiglia a dieta mi obbliga a perlustrare nuovi orizzonti culinari: questa sera nasello alla vaniglia con spaghetti di riso e purè di zucca.

Come dire: dietetico meet haut cuisine meet delizia.
Il nasello può riservare sorprese inusitate, soprattutto se accostato alla vaniglia.
Andiamo ai fornelli.

Nasello vaniglioso

Naselli dal nostro mare congelato – evviva la Findus!

Baccelli di vaniglia
Zucca a tocchetti – possiamo inventare un pela zucca elettronico?
Latte scremato
Fleur del sel aromatizzato alla vaniglia
Spaghetti di riso
Salvia – che da un sapore così inusitato alla zucca!
Iniziamo dal purè di zucca: una volta che siete riusciti nell’arduo compito di spelarla e tagliarla a tocchetti, mettetela con un po’ d’acqua ( tanta per coprirla appena, ma non di più), sale e salvia a bollire fino a quando non si ammorbidisce.
Una volta malleabile e morbidosa, prendere il Santo minipimer e frullare il tutto, salvia inclusa.
Mescolare e coprire con un coperchio.
Passiamo al nostro pesciolino: immergerlo nel latte caldo, dove avrete messo il baccello di vaniglia inciso nel mezzo.
Lasciarlo cuocere per un po’ fino a quando non sarà morbido e si sarà ben intriso di aromi, latte, vaniglia e dolcezza.

Dopo di che, metterlo in una pentola con cestello per cottura a vapore, spolverizzarci sopra un po’ di fleur de sel alla vaniglia, e lasciarlo lì al calduccio.
Passiamo agli spaghetti di riso: buttarli in acqua tiepida e lasciare cuocere per 4 minuti.
Quando tutti tre gli elementi saranno pronti, allestirli su ciascun piatto e servirli.
Assicuro un grande successo di pubblico.

..e ora mi serve una buona scusa per fare una ricetta con il burro salato..mou, anyone?
Ma per questo devo aspettare che questa dieta detox finisca…speriamo presto.
Oggi tappa al Cip e ho comprato la lavanda, che ho subito piantato mentre stavo facendo la prima conference call dell’anno.
Aspettiamo con ansia la primavera per sentire il profumo di lavanda entrare dalle finestre aperte con le tende svolazzanti.
Mettiamoci poi un gelato alla lavanda o un risotto alla lavanda e rosmarino o una creme brulè alla lavanda…uuu che libidine. Devo comprare il caramellatore portatile.

Ci sono tre cose che una donna è capace di fare con niente: un cappello, un’insalata e una scenata. Mark Twain


Concludo dicendo: forza Demi.
Non mollare.
Siamo con te.
Chi ci perde è ovviamente lui.
Reagisci, tornaci con Bruce oppure dai uno schiaffo al super ego di Ashton e esci in sequenza con:

  • Justin Timberlake – che ti regalerà pure i suoi fantastici jeans.
  • Ryan Gosling – soffialo a quell’antipatica di Eva Mendez.
  • Robert Pattinson – così ti fai mordere e rimani ancora più giovane per sempre, facendo andare in fallimento il tuo chirurgo plastico.
  • Jude Law – che con il suo british humor ti farà sbellicare.
  • Bradley Cooper – così vai a fare jogging con il suo labrador miele.
  • Josh Duhamel – vabbè…scusa ma l’hai visto?

Ovviamente cerca di farti paparazzare sempre in atteggiamenti romantici e molto equivoci, così che quel Kutcher lì possa incassare per bene il colpo.
Cambia publicist, Rachel Zoe come stylist ce l’hai già, prenditi un’altra cover di Vogue America.
“non lasciare che le tue ferite ti facciano diventare qualcuno che non sei”. L’hai scritto tu.
Butta via chi stropiccia il tuo cuoricino o chi usa l’idrante sui tuoi sogni.
Noi tifiamo per te, tira fuori la charlie’s angel che è in te.
You rock hon.


print

Print

Leave a Reply

Your email address will not be published.