Categoria | Agipsyinthekitchen | Home

Quanto vorrei un fiume su cui pattinare…

Ovvero del perché “C’è posta per te” è una scuola di vita.

Ieri la programmazione festiva di canale 5 ci ha regalato una chicca. “You got Mail” con inizio subito dopo pranzo.
Picture this: coperta, divano, candela accesa, calzettonata e intutata e il film che ha cambiato la mia esistenza.

E’ inutile tirarsela e fare le finte intellettuali, dicendo che ciò che ha svoltato la mia vita sono stati film di Mizoguchi o Murnau.
Nossignorine belle.
Per me i film di Meg Ryan o Hugh Grant hanno fatto la mia educazione sentimentale.
Nello specifico, C’è posta per te mi ha aperto la porta sulla newyorkitudine e sul new yorker thought che mi ha cambiato l’esistenza.
Inoltre, da questo film capisci subito che ci sono due tipi di donne: le meg ryan e le angelina jolie.
Ovvero la sweet heart che prepara tisane, torte, si mette cappelli da fata per leggere le fiabe ai bambini, è un po’ goffa e piange in fase pre mestruale ogni due per tre o la fatalona che non lascia scampo, super aggressive con spacchi e spacconi anche per stare in casa.
Io ovviamente rientro nel primo tipo.

Nota a calce: ogni volta che vedo questo film, soprattutto la scena iniziale dell’appartamento, penso che forse, la vita è la. Tra i mille Starbucks dove puoi sederti, stare ore a degustare il tuo tall vanilla latte, usando il loro wifi, con le mille CVS e Duane Reade aperte sempre dove se sei fortunato, in alcune, puoi pure trovare un ottimo sushi. , negli angoli in pieno fiore in primavera, nascosti tra i grattacieli.

Tuttavia, home is where heart is. Quindi sono super happy di essere comasca d’adozione.

🙂

Comunque.
Mai in nessun film la filosofia è dispensata ad ogni dialogo, e i consigli per far godere mente e spirito sono regalati a ogni spezzone.

  1. Vai ai materassi: ovvero quando il gioco si fa duro, i duri cominciano a giocare.E’ una citazione dal Padrino, tuttavia risulta molto più incisiva detta da Tom Hanks. Vai ai materassi. Nulla di più semplice.
  2. Joni Mitchell: ogni tanto mi chiedo se il regista avesse qualche particolare legame con lei..magari era il cugino?Chissà. Certo è che io l’ho scoperta grazie a Kathleen Kelly. “It’s clouds illusions I recall/I really don’t know clouds at all.”E che commozione quando fa la vetrina di natale e pensa alla sua mamma.
  3. E qui poi ci sta un richiamo alle decorazioni natalizie. Quelle che sono mostrate in questo film sono wow. Lucine bianche,alberi, palle di natale di vetro che si mischiano sapientamente al legno di mogano. Love. Bello anche che facciano vedere le quattro stagioni secondo i newyorkers, e come questi cittadini si adattano al cambiamento climatico. E anche alle canzoni di Thanksgiving. The clarinet the clarinet goes dummy dummy doh. O qualcosa del genere.Dai dockers ai berreti in lana, da thanksgiving a un riverside park tutto in fiore. High Five per Nora ( la regista).
  4. Pungi come una vespa, vola come una farfalla. Altra massima di vita.
  5. Poesia del giorno: una farfalla che sale in metropolitana e scende per andarsi a comprare un cappello.
  6. Ti insegna quanto le rime possano essere incisive: … 5,6,7,8,signor Fox fai fagotto.
  7. Starbucks e le scelte di vita: in effeti è vero. Quante volte davanti al commesso che attende impaziente la tua scelta ti senti spaesata. Eppure sei costretto a decidere, ed anche in tempi rapidi, pena la decapitazione. Vanilla latte decaf tall low fat milk.Ecco. E chi come me è un eterno indeciso, è obbligato in due minuti a scegliere ed anche farlo bene altrimenti poi si avranno rimorsi per tutta la giornata.
  8. Costa così tanto perché vale tanto. Questa è la risposta migliore che io abbia mai sentito per giustificare un prezzo alto.Credo la userò quando dovrò giustificare il mio prossimo acquisto di scarpe ridicolosamente costose.
  9. Il cappuccino è una droga legalizzata e sana: lo sostiene anche Joe Fox quando parla di come fare a irretire nuovi clienti.
  10. Agli uomini piace essere compiaciuti fino alla svenevolezza: vedi la giornalista di ABC con Franck durante l’intervista. vedi patricia alla cena per letterati sempre con Franck. E come gongolano questi ometti.
  11. Il café Lalo è il posto più adorabile del west side.E aggiungo: ha le migliori apple pies della città.
  12. Presentarsi sempre con nome e cognome: altrimenti fa cameriera da pub.
  13. Si tende a parlare più di niente che di qualcosa, ma questo niente per me ha significato più di qualsiasi qualcosa.
  14. Questo film inoltre è molto didattiico offre la bibliografia più completa per i bambini.
  15. Kathleen Kelly è concorde con me nell’asserire che potessero andare all diavolo tutti quelli che dicono che il cambiamento fa bene: in realtà il cambiamento altro non è che una cosa che non volevi che succedesse mai, ti capita.
  16. Echinacea, chicken soup, vitamina c e dormire 24 ore al giorno sono la soluzione per guarire dal raffreddore.
  17. Le margherite sono i fiori più simpatici.
  18. E’ un peccato perdersi nyc di primavera.
  19. Mangiare mele non è solo easy chic, ma pure sexy.
  20. Nessuno litiga x quale cassetta noleggiare il sabato sera.
  21. Il nostro futuro labrador si chiamerà brinkley. Anzi all’italiana brinkli.
  22. La cosa migliore per tenere occupati i bimbi a far fare loro un bel face painting.
  23. I pigiami a righe ton sur ton sono super wow.
print

Print

30 Comments

  • Stefy says:

    😉
    ieri ho faticato ad andare a lavoro proprio perchè c’è questo film in tv!
    e pure io ho sopirato dalla prima scena e ho dovuto ammettere che amo NYC anche per colpa/grazie a questo film.
    adorabile.
    sei ancora in vacanza? fai il ponte lungo?
    baci
    Stefy

  • Francesca says:

    -aggiungerei all’elenco dei film che mi hanno fatta innamorare “Love Acyually” perchè:
    – il main topic è l’ammmmore
    – il secondo main topic è il natale (e natale=amore)
    – O.S.T. con alcune delle canzoni più belle di Joni Mitchell
    – è tutto molto british

    unica pecca? quell’odiosa, insopportabile arpia tutta d’un pezzo-con la scucchia Keira Knightley!!!!

    baci baci

    • alice says:

      Love actually is wonderful!Io lo adoro. Lo guardo sempre sotto Natale.E piango ogni volta, ovvio.
      🙂

      a me keira non dispiace, btw.
      Carina di maglioncino bianco peloso vestita quando apre la porta alla serenata natalizia…!

  • Elena says:

    quante volte ho visto questo film!
    adoravo Meg Ryan, anch’io mi rispecchiavo molto in lei, un po’ pasticciona e goffa…(come René Zellweger nel Diario di Bridget Jones, ricordi il maglione con le renne di Colin Firth??)
    e quante volte ho visto Notting Hill con Hugh Grent..(che risate l’amico un po’ pazzo suo coinquilino?)
    dimenticavo: evviva i pigiami a righe da uomo!!!!

    • alice says:

      il maglione con le renne è il mio sogno proibito da anni. Lo vorrei moltissimo.
      Pensa che da piccina mi ero fatta platino come lei e avevo lo stesso taglio di capelli…se trovo una foto la pubblico 🙂

      ricordati di mandarmi il tuo indirizzo elena bella!
      love love

    • Stefy says:

      adoro Colin!
      tutti questi film che state dicendo ora mi hanno fatto innamorare di Londra, non c’è dubbio!
      ora guardo certe serie tv solo per vedere NYC! 😉
      che bello sognare!!!!

  • A...lessandra says:

    sPLENDIDO movie!
    sPLENDIDA NYC in tutte le stagioni…
    i miei film e libri preferiti si ambientano a NY o li digerisco a fatica…
    grazie per l’analisi spezzone x spezzone,nn lo vedo da tanto e la prossima volta noterà ogni tuo punto!

    Bella tu che ami NY come la amo io, in molti la vedono solo un gran caos, ma per me è un caos ordinato, un rumore dolce….non mi ha mai innervosito niente di NY, code,traffico, clacson…niente…mi è sempre sembrato tutto perfetto…e le code…io amo le code a NY, si fa amicizia, si fa people watching…adoro!

    e adoro Meg Ryan….in the City of Angels AMO Meg Ryan!divina…

    <3

    • alice says:

      ieri c’era una puntata di sex and the city tutta sulla bellezza di NYC dove Carrie diceva that she was having an affair with the City..era stupenda.
      un abbraccio

    • A...lessandra says:

      oddioooooooooooooooooo!
      quando anch’io e Amore avremo Sky/divano/copertina anche io nn me ne perderò una di puntata di Sex & the city!!!
      Carrie e NY sono come pane e nutella!amo!

      tvb <3

  • Visto anch’io per la milionesima volta, ieri! E, ovviamente, pianto alla grande per la milionesima volta (tanto adesso ho la scusa degli ormoni mooolto ballerini!!!).
    Baciiiiii

    • alice says:

      ❤vogliamo la foto del tuo pancione!

    • Promesso! Comunque sono stata brava brava: 6 mesi, 3 kg presi… Solo pancina praticamente 🙂

      Io è da una settimana che mi dedico al cambio degli armadi nche perchè devo assolutamente fare spazio per il piccolo… Ma non riesco ad eliminare nulla: troppa ansia da distacco!!!

      Stessa titubanza per gli abitini usati: per ora ho preso solo borse e bjoux vintage!
      Bisou bisou e bon we lungo!

  • GiorgiaEugenia says:

    Io AMO AMO AMO questo film, l’avevo registrato quando avevo tipo 12 anni e rivisto fino alla nausea, la cassetta si era praticamente consumata!
    Adesso lo rispolvero nei momenti di sconforto, ti ricorda la bellezza delle piccole cose e quanto queste siano fondamentali nelle nostre esistenze.
    La mia frase preferita di tutto il film è in assoluto “ti manderei un bouquet di matite ben temperate se sapessi il tuo nome e indirizzo”, la trovo di un poetico e romantico unico.
    Aspetto fiduciosa di riceverlo quel bouquet un giorno ❤❤❤

    Complimentissimi per tutte le novità, FunkyMamas, MarieClaire.. Otta ti confermi sempre la migliore! Anche se a volte non riesco a commentare, lo sai che ti seguo sempre 😉

    Ne approfitto per lasciare anche la ricetta del Crumble di Mele

    ingredienti:

    3 grosse mele granny smith
    180 gr di farina
    120 gr di burro
    120 gr di zucchero di canna (oppure metà semolato e metà di canna)
    cannella in polvere
    un pizzico di sale

    In un recipiente lavorare burro, zucchero, farina e il sale con la punta delle dita, in modo da ottenere un impasto a briciole. Tenere da parte in frigo.
    Sbucciare e affettare sottilmente le mele.
    Disporre le mele in un’ ampia pirofila da forno, spolverare con la cannella e coprire il tutto con le briciole.
    Infornare a 180° per circa 45/50 minuti.
    Servire tiepido con gelato alla vaniglia 🙂

    Come avevo già detto le varianti sono infinite, si possono sostituire le mele con frutti di bosco, albicocche etc., se qualcuno di voi fosse in possesso di rabarbaro, il crumble di mele e rabarbaro è assolutamente favoloso!!
    Una manciata di noci, nocciole o mandorle grossolanamente tritate nell’impasto non può che giovare al tutto 🙂
    Per una versione chic, si possono fare dei piccoli crumble in cocottine monoporzione e servirli con della crema inglese fatta al momento.

    Alla fine ho scritto un papiro, ops!
    Baci ❤❤❤

    • Elena says:

      da provare, grazie Giorgia!! (vanno bene anche le Golden Delicious o è meglio siano aspre??)

    • alice says:

      Grazie Giorgia! Voglio provarlo assolutamente!!! Adorissimo! Hai ricevuto il regalo del give away?

    • alice says:

      ( ma se uso le cocotte faccio cuocere direttamente li?)

    • GiorgiaEugenia says:

      @Elena: puoi usare anche le Golden, magari falle macerare un po’ nel succo di limone per ottenere una nota acidula
      @Alice: Regalo ricevuto, fantastico 🙂 sabato li metto subito in uso! Puoi cuocere direttamente nelle cocottine, diminuisci Il tempo di cottura a 30 minuti

    • alice says:

      grazie bellezza!
      Questo weekend la provo e ti cito, ovviamente..leggerai i risultati dell’esperimento su marieclaire.it mercoledì mattina.
      tanto love a te
      🙂

  • Sara Bertoni says:

    Haaa che voglia di partire per NY!:) L anno prossimo nella wish list travels. Bella la mia Alicina. tvbbb

  • Faith says:

    Ora mi avete fatto venire voglia di rivederlo! 😉 Che bei post, Alice, ma belli davvero!

    Questo weekend sono sola e sconsolata a Paris, pare pure che piova… che film mi guardo a parte questo? 🙂

    Baci baci
    Fede

    • alice says:

      grazie Fede!
      per un weekend coccoloda sola ti consiglio i grandi classici: un’indigestione di sex and the city, e un’ottima annata…l’hai mai visto…?lo trovo geniale. E anche “mangia prega ama”. Avevo letto il libro in un momento particolare della mia vita e l’ho divorato. Poi che bella è Julia che mangia la pizza?
      un bacino

  • Oddio quanto mi piace questo post!
    Io amo follemente questo film! Voglio subito condividerlo 🙂 Grazie mille Alice!

    A presto
    Silvia (una comasca 🙂

  • Anonymous says:

    sono capitata qui grazie a silvia ghirlanda di popcorn (vedi il commento sopra) che ha condiviso il post (grazie!). credo che questa sia la recensione (se così possiamo chiamarla) più bella, precisa, puntuale e assolutamente completa che io abbia mai letto. inutile dire che “c’è posta per te” è sicuramente tra i miei film preferiti e nessuno avrebbe saputo descrivere questo film meglio di come tu abbia fatto! bellissimo il punto 3 e da tenere sempre a mente il punto 12!!
    grazie per questo meraviglioso post!
    Anna

    • alice says:

      Caravanna grazie mille! Ti piace il blog? Un abbraccio Alice x

    • Anonymous says:

      certo che mi piace! ogni tanto torno a rileggere questo post che riesce sempre a cambiare in meglio la mia giornata 🙂 mi viene voglia di stamparlo e tenermelo nell’agenda per portarmelo ovunque e rileggerlo ogni volta che sono un po’ giù

      Anna

Load More

Leave a Reply

Your email address will not be published.