Categoria | Agipsyinthekitchen | Home

Back to summer paradise

in quel di Moncalieri noi voliamo..

Oh i weekend di settembre.
Ho già detto quanto io ami questo mese.
C’è questa luce così aranciata che ti scalda il solo percepirla, mentre timida fa capolineo su una pelle ancora un po’ ambrata.
E poi c’è il venticello che ti fa mettere la felpa e dopo tutto il caldo è così confortante sentire sulla pelle qualche brividino di pelle d’oca.
Io ho passato un meraviglioso weekend.
Tra un aperitivo revival con le mie galline, una gita a Moncalieri, e un tuffo al Trebbia.
Partendo da venerdì, non posso esimermi da raccontare e raccomandare Daniele.
Daniele è un massaggiatore del Bulgari Hotel, dove sono andata per usufruire di un incantevole regalo fattomi dalla mia Delphine.
Venerdì ero proprio in PMS, con tutti i correlati e gli arzigogolati, aggiungi che avevo la stanchezza fotonica post evento ( vedi sotto fashion night out), e avrei potuto sbranare vivo chiunque si mettesse tra me e quello che ritenevo opportuno fare: ovvero dormire.
Quindi quale giorno fu più propizio per farmi fare il trattamento ai 2000 minerali benefici in una delle mie fave spa?
Ecco: quindi arrivo, subito vengo avvolta dalle candele vanigliate e dalla squistezza dei modi di questo delizioso luogo. Mi avvolgo nell’accappatoio e mi lancio sul lettino foderato di morbidezza, aspettando di essere prelevata dall’operatore, e bevendo una tisana fatta con altrettante 2000 erbe.
Arriva lui. Devo ammettere che ero un po’ stizzita. Ho pensato” la mia pellicina delicata in mano a un uomo?”
Oh. Come mi sbagliavo.
Daniele. Un mito.
E’ riuscito a farmi addormentare così profondamente che mi ha detto che sorridevo e ho persino accennato a una risata nel sonno.
Io che rido nel sonno non si è mai sentita.
Che bellezza.
Che idillio.
Il tutto correlato, dopo, da un mojito con le mie galline in una location revival, ovvero il GodFellas, e da una cenetta con Elena da Lile in cucina – la bontà del risotto con salsiccia…ne parliamo?

Mamma di Vale io ti amo.
in versione paninara..
eccoci.
eccoci. Bis.
eccoci. Tris.
Poi sabato mattina: dopo essere stata raggiunta dal mio adorato fratello nel lettone, doccia, tappa da quell’incanto di boutique bonbon per nani e nane che è Teo – check this out: http://teoboutique.blogspot.it/ – vi dico solo che come biglietto da visita hanno il miele, aggiungici anche che hanno una meraviglia di selezione, dalle cartelle in vernice ai braccialettini anche per nane grandi, che ovviamente ho comprato, per arrivare a tutù con tanto di coroncina, che noi ragazze amiamo sempre i tutù – mi sono diretta, io, il mio outfit gipsy, la mini piena delle mie canzoni, verso Moncalieri dalla mia Vale.

L’occasione era ghiotta: il compleanno di Ory, usato come scusa per una chiaccherata fatta di recap, risate e coccole tra amiche. Marito di Vale, brav’uomo che è, aveva pure procurato le birre, e mamma di Vale ( Signora, non è mica che mi adotta?) aveva imbandito un lunch luculliano che ciao proprio: tra stracciatelle fresche e formaggi gourmet, il vino bianco è andato giù che è un piacere, e tutti i consigli e i suggerimenti sono stati ben immagazzinati e imparati a memoria.
Poi chevvelodicoaffare: casa di vale sembra uscita da una favola, aggiungici la campagna, sembrava di essere in una favola di Andersen, ed era tutto così pacifico e sereno che proprio non mi sarei più schiodata. Vale poi è il mio comfort food dell’anima: un po’ il mio brasato con purè, per intenderci.
E c’era anche Chiaretta, e ancora una volta il girl power ha avuto la meglio e la riprova che siamo tipe toste senza precedenti.
E poi c’è Belfy: amore a prima vista. Quella bambina. Oh quella bambina. L’ho conquistata con gli accessori, siamo diventate inseparabili.
E poi c’è la Vale in GBV.
Che bellezza.
Che idillio.

Ory, i love you
Ory, he loves you too. Sei già Regina a 2 anni.
Ecco anche Belfy. Belfy, I love you too tons.
noi ragazze che amiamo i tutù.E le corone. E lo sparkle.

E domenica.
Uao. Domenica.
Tutti al Trebbia, a mangiare costine e salsicce cucinate da quello che ormai è diventato il mio nuovo Santo amico, Federico – eh sì, sono una tipa facile: dammi una salamella e conquisti per sempre la mia amicizia – au bord du fleuve.
Con tanto di Agatina come polpettina, con i suoi baci e le sue manine appiccicaticce e adorate.
Lentiggini, risate, tuffi – pochi questa volta, sentivo brrr freddissimo – chiacchere, confidenze, musica – bebotta ora che ho fatto scoprire pure a te la novelle vague del rap italiano come la mettiamo? – e buon cibo.
Asciugamani stesi vicini vicini, libri portati e non letti, cellulari senza campo.
Tomini nel pane.
Libidine allo stato puro, insomma.
Braccioli e buche nella sabbia.
Ho persino insegnato ad Agatina a rompere le pietre, che sai mai nella vita. Tutto torna utile.

Questo mio amore per la griglia non ce lo si spiega proprio.
Mio padre al ritorno, mentre gli raccontavo la giornata, rimaneva basito.
Continua a non capire da chi io abbia ereditato questo amore per la salsiccia e per lo spiedino alla brace.
Io sto alla salamella tanto quanto io medesima sto ai tutù e allo chiffon. E al pizzo.E al macramè. E al rosa. E ai vestiti bianchi d’estate. E allo smalto sui piedini.
Potrei inventare dei porta spiedino tutti pizzi e merletti.
Che bellezza.
Che idilio.

ps. lunedì iniza bene: concerto dei club Dogo, Band of horses e Florence+the machine. Hello, joy!

print

Print

7 Comments

  • A....lessandra says:

    ahahahhahahha
    la linea “alice 4 BBQ” sarebbe stupenda…spiedini rosa, griglie smerlettate e carboni che bruciati profumano di peonie!!! 😀

    che bello il tuo weekend…!felice di vederti velice!

    smack

  • Martha says:

    Magie di settembre..
    adoro. 😀

    bisous
    Martha

  • Elena says:

    certo che da quando sei tornata single non ti fai mancare niente..e fai benissimo!!
    molte volte nel rapporto di coppia ci si rinchiude invece di aprirsi al mondo e visto le tue caratteristiche che ben conosciamo, aperta, solare e piena di voglia di vivere emozioni mi raccomando, la prossima volta scegli bene…ma lo so che in amore non si puo’ essere razionali..
    E’ bellissima la tua foto con Belfy e tu e Valentina dovete fare proprio una bella coppia (già nella scrittura siete due fenomeni, perchè non scrivere un libro assieme?)
    ..e che dire della giornata al fiume? io adoro stare al fiume ed osservare l’acqua che scorre, cucinare la salamella (da noi si dice luganiga). Ho visto la foto di Caterina, com’è bella!, dev’essere proprio un’amica speciale e poi non poteva che avere una bambina bellissima come Agatina (che strano, mi sembra di conoscerle da sempre).
    Comunque a me piaci proprio perchè sei fatta così: salamella e macramè!!!
    baci Elena

Load More

Leave a Reply

Your email address will not be published.