Categoria | Agipsyinthekitchen | Home

Vorrei illuminarti l’anima – Sweet November issue

Vorrei che nevicasse, tantissimo. Ma non subito.Tra poco. La neve porta pace, e forse non sono ancora così pronta per tutta quella pace.

Vorrei passare una giornata a mangiare formaggi, bere Chablis, accendere camini con candele bianche e far scoppiettare sul fuoco le caldarroste.
Vorrei leggere la biografia di Julia Child.
Vorrei trasferirmi a Parigi e fare il Cordon Bleu.
Vorrei aver scritto io le regolo per la cuoca felice. Eccole: http://www.mignonkitchenco.com/pages/tips-tricks
Vorrei avere una Canon Eos per fare delle fotografie meravigliosamente incantevoli.
Vorrei che le persone fossero in generale più facili, gentili. E vorrei esserlo anche io, sopratutto quando sul lavoro tutto diventa hectic e stressante.
Vorrei il parquet bianco.
Vorrei che le mie mani profumassero sempre di mandarino.

Vorrei andare a Dublino al concerto di Glen Hansard.Perchè Glen ha la barba e lo amo moltissimo. Perchè Dublino sotto Natale è uao, ha la neve, ha i mercatini, ha i flea market. Perchè forse un viaggio da sola mi farebbe bene.

Glen
+
Dublin under xmas

Vorrei che tutto quello che in questo momento non funziona nella mia vita, come lo zucchero sulla fiamma, si caramellasse e si tramutasse in un dolce goloso.
Vorrei che uscissero di più articoli come questo sul NY Times. Danno speranza e dimostrano un’altra volta che se il corpo si ammala, è perchè l’anima soffre. ma che basta poco, ricentrarsi su se stessi, sui bisogni primari di ciascuno, sulle piccole e semplici delicatezze che rendono il quotidiano magico…et voilà – si guarisce, miracolosamente.
Vorrei la candela alla menta verde di Dyptique.

Vorrei avere il tempo per cucinare tutte le ricette dei miei libri di cucina preferiti.
Vorrei avere un MacBook, che il mio libro scalpita di parole da scrivere, di frasi da articolare, di costrutti da inventare.
Vorrei andare in questo ristorante a Milano: Pavè, in via Casati.
Vorrei ricordarmi sempre le parole di Santa Teresa da Lisieux

You make me think of a little child that is learning to stand but does not yet know how to walk. In his desire to reach the top of the stairs to find his mother, he lifts his little foot to climb the first step. It is all in vain, and at each renewed effort he falls. Well, be like that little child. Always keep lifting your foot to climb the ladder of holi­ness, and do not imagine that you can mount even the first step. All God asks of you is good will. From the top of the ladder He looks lov­ingly upon you, and soon, touched by your fruit­less efforts, He will Him­self come down, and, taking you in His arms, will carry you to His Kingdom never again to leave Him. But should you cease to raise your foot, you will be left for long on the earth.”

Vorrei un’altra domenica, come quella di domenica scorsa.
Vorrei andare ad Alba a mangiare un sacco di tartufo.
Vorrei gli orecchini di Dolce & Gabbana.
Vorrei un cane. Lo dico da un po’, ma ma i come ora sarei pronta.
Vorrei andare alla tweed run di Pescara questa domenica.
Vorrei portare mio fratello a pattinare.
Vorrei farmi la manicure glitterata per Natale.
Vorrei tornare a mangiare all’Albereta.
Vorrei visitare Lucerna.
Vorrei preparare i truffles.

Vorrei farmi un altro tatuaggio.
Vorrei prenotare una settimana a Formentera ASAP.
Vorrei ripitturare la casa di grigio Flamant.
Vorrei avere tempo per tutti i miei amici adorati.
Vorrei che con mia mamma fosse più facile.
Vorrei andare alla Messa di mezzanotte di Natale in Sant’Eustorgio, e vorrei tutti i miei nonni ancora qui.
Vorrei non avere così paura del Natale, quest’anno.
Vorrei ricordarmi di prendere sempre gli antiossidanti.
Vorrei illuminarmi l’anima, vorrei illuminarti l’anima. Sweet November Issue.
print

Print

21 Comments

  • A...lessandra says:

    accadrà, Ottolina, accadrà!
    accadrà che lo zucchero si scioglierà e il tuo cuore diventerà di caramello, accadrà che qualcuno ti regalerà gli orecchini di Dolce&Gabbana seduti sul parquet bianco, davanti all’albero di Natale, accarezzando il King Chevalier e imboccandoti truffles…
    accadrà perchè sento che sei pronta, pronta a farti coccolare…da questo sweet November!

    ti mando un pezzo virtuale della mia torta di limoni bio…sò che apprezzeresti!
    (ad essere più vicine!!!’nnaggia!!!) 😀

  • Anonymous says:

    Alice cara…se questo è un momento di down, vedrai, alla luce della domenica che hai passato, che ce ne saranno tanti di up. Fidati di te. E sicuramente, se ti fiderai di piu di te stessa, del tuo istinto, soprattutto se ti perdonerai un pochino di più e sarai piu indulgente con te stessa e meno con gli altri…tanti nodi si scioglieranno. Intanto io ti stringo forte.

    Elisa

  • Anonymous says:

    Uhmmm…urge qualche mese a Parigi ed iscrizione immediata al Cordon Bleu (dobbiamo solo convicere i tuoi capi a lasciarti andare)…sono convinta sia la strada giusta eppoi..
    …ha portato fortuna anche a Sabrina Fairchild!
    Nina

  • greta putignano says:

    La mia prima visualizzazione qui sul tuo blog è avvenuta circa 30 minuti fa. Mi piace molto, sei romantica e poetica e ho anche visto i video dei brownies, mmm che buoni. Ci verrò più spesso qui a trovarti, anche se mi sa che di persona ti ho già incontrata l’anno scorso alla festa di natale di Stella! E’stata molto bella, ci sarà di nuovo quest’anno vero?
    a presto,greta.

  • alice says:

    Ciao great Uao che bei complimenti !!!grazie!
    Quest’anno la festa di natale e’ il 3 dicembre. Vi aspetto tutte!baci

  • I rapporti con i genitori non sempre sono facili. Mio babbo non c’è più, noi non eravamo destinati ad avere dei confronti 🙁 tanti rimorsi, ma così è la vita … Simo

    • alice says:

      Ciao Simo…hai ragione: è doloroso, i rimorsi vengono, ma quando si cerca di fare di tutto, e non si arriva mai a un compromesso….è triste.

  • Anonymous says:

    Che parole dolci Alice! Ed anche se le premesse sono tutte vorrei sento un’aria comunque un pò più serena. A volte ci si perde tra la grandeur, ma ci si può ritrovare nelle piccole cose, assaporandole, scoprendole e riscoprendole o semplicemente guardandole con occhi nuovi.

    Valentina

  • Giada says:

    ….ti ho scoperta oggi
    … Spero che la tua anima sia illuminata presto..tornerò a trovarti, ho trovato poesia e magia qui da te.
    Giada

    • alice says:

      Cara Giada che bello trovarti e benvenuta.
      Spero di rivederti presto da queste parti.
      grazie per le tue belle parole e per i complimenti.

      un abbraccio

  • Alem says:

    Sara’ un natale difficile, che qui mica stiamo a raccontarci balle.
    Sarà tosto e solitario, ma tu rendilo sempre pieno.
    Pieno di tutto.
    Pieno e basta.

    • alice says:

      Sarà un Natale difficile. Sarà un natale strano. Sarà un natale agrodolce, di quelli che non ci si immaginava, di quelli che vorresti solo che finissero presto.
      Sarà un Natale pieno di immagini, ricordi nostalgie.
      O forse no.
      Forse sarà un Natale di un nuovo inizio, un Natale con affetti sinceri che ti scaldano il cuore, con tacchini nel forno, patate arrosto e musica tradizionale.
      Chissà.
      Mettiamoci a disposizione di questo futuro, che sia bello come noi.
      ti stringo, e spero di conoscerti prestissimo – vengo a roma questa sera, fino a venerdì. Mi passi a trovare in negozio?Domani sera facciamo un evento..così ci beviamo sopra..!

    • Elena says:

      “mettiamoci a disposizione di questo futuro, che sia bello come noi”,
      è bellissima..questa me la scrivo.
      Io ve lo auguro di cuore, Alem e Alice, donne speciali, lo so che è difficile trovare degli uomini altrettanto speciali, ma ho fiducia.

    • alice says:

      Questo commento è stato eliminato dall’autore.

    • Alem says:

      Alice, questi per me sono giorni durissimi.
      Di preoccupazione, di agitazione, e di sana e robusta influenza.
      La prossima volta passo armata di sorriso, magari prima di natale.
      Mi stringo forte e ti abbraccio.
      Elena, grazie. E quello speciale arriverà! (con tanta barba, please!)

  • Melania says:

    Ogni tuo post è sempre una coccola quotidiana,
    ti alleggerisco la giornata, ti fanno riflettere , scoprire cose nuove come le parole che insegnano a non mollare mai, l’articolo del ny times e la tweed run
    ma ci vieni???, fammi sapere.

    Per il resto tante belle cose per te spero che i tuoi “vorrei” sono voglio e piano piano posso fare tutto!!!

    Baci, Melania.

  • Clo says:

    Spero veramente che si realizzino tutti questi bei vorrei !! Un bacione Clo:)

Load More

Leave a Reply

Your email address will not be published.