5 sleeps to go till xmas- From MarieClaire.it with love

Metti un weekend tra amici.
Amici venuti da lontano.

Amici che ti vogliono bene e che ti regalano sorrisi e stampi di rame e che discorrono senza problemi di Balenciaga, Falabelle, torte di carote e cambi ai vertici.
Metti che il weekend in questione sia natalizio, con alberi, lucine, neve, tanta neve.
Addobbi, corone, bouquet di fiori e un frigorifero pieno di leccornie.

Risate, tante risate.
Candele accese, cuscini morbidi e caloriferi caldi.

Pensieri in ordine sparso, maglioni morbidi.
Abbracci.
Ciao, tu me manques. Toi aussi.
So long has been without chatting.

E poi quest’anno, e poi i balli sciocchini e tutto il lavoro.
Amici che ti ripetono le cose mille volte perchè vogliono che diventino parte di te, che tu da li possa ricostruire e sorridere di questo tempo.
Amici che ti dicono che non importa alla fine quello che ti capita, ma piuttosto cosa ne fai dell’esperienza che ne deriva da questi eventi.
Amici che ti dicono ehy girl chin up.Life will be challenging. Niente è servito su un piatto d’argento se no i canapè che fai con tanto amore.

La neve cade e siamo tutti insieme, davanti a una tavola accogliente e con tanta gioia di essere qui. Esattamente qui.

Eccoci quindi. Un anticipo di Natale.
Un tavolo tutto vestito di bianco con candele rosse.
Profumi di buono nell’aria, amici belli da baciare e abbracciare.

Il mio menù. Made with Christmas love.

Caramelline di pasta brisè
Pan Biosche con Foie Gras e composta di mirtilli
Tartellette Alla Matilde
Ravioli in brodo
Salmone marinato con vaniglia e arancio
Buffet di dolci natalizio: pain d’epices, speculoos e mandarini.

Caramelline di pasta brisè

1 rotolo di pasta brisè
carciofinini e funghetti sott’olio.

Questo per me è il save me plate.
Ovvero una piccolezza deliziosa che è facilissima da realizzare e fa una gran bella figura.
Se non avete tempo di fare la pasta brisè, potete tranquillamente comprare quella di Buitono che è incantevolmente buona.
Stendete quindi la pasta brisè e ricavate dei piccoli triangoli. All’interno posizionate i carciofini o i funghi sott’olio, divisi a metà. Una metà per ciascuna caramella.
Chiudete formando un piccolo fiocco e infornate per 8 minuti in forno caldo a 180°C.
State molto attenti che la pasta brisè si cuoce molto velocemente.


Tartellette alla Matilde

Ricetta inventata dalla mia adorabile roommate, che mi insegna sempre tante cose buone, e che è una pasticcina adorabile.
Per realizzarle vi serve sempre:
1 rotolo di pasta brisè
creme fraiche
invidia belga
Fleur de sel alla vaniglia
Salmone fresco tagliato sottile
Bacche di ginepro
Succo di mandarino
Baccelli di vaniglia.

Lasciate marinare i salmone per almeno 40 minuti in succo di mandarino, bacche di ginepro, fleur de sel alla vaniglia e baccelli di vaniglia.
Nel mentre cuocete nelle apposite forme da tartallette la pasta brisè. Mi raccomando disponetele in forno con gli appositi pesi per evitare che il fondo si gonfi.
Una volta pronte, un cucchiaio di creme fraiche, un po’ di invidia belga, un po’ di salmone, e polverizzate con fleur de sel.
Voilà.
Il salmone che non utilizzate per le tartellette, sarà il vostro “secondo”.
E’ una meraviglia per il palato e la vaniglia accanto al salmone sta ‘nu babà!

Pain d’epices

300 gr di farina
1 bustina di levito
80 gr di zucchero di canna
400 ml di latte
chiodi di garofano
3 cucchiai di miele
3 cucchiai di cannella in polvere
3 cucchiaio del mixed spices
1 cucchiaio di noce moscata
Riscaldate il latte con i chiodi di garofano con il fuoco al minimo, aggiungere lo zucchero ed il miele mescolando finché non sono ben amalgamati.
Lasciate raffreddare.
Preriscaldate il forno a a 180°.
Mescolate in una ciotola la farina, il sale, il lievito e tutte le spezie, unitevi il latte tiepido, filtrato dai chiodi di garofano, versandolo a filo e girando il tutto con un cucchiaio di legno.
Versate il composto in uno stampo da plumcake foderato di carta forno e lasciate cuocere per circa un’ora. Servite freddo o caldo a volontà.

oggi mi trovate qui:
http://www.marieclaire.it/Cucina/Il-blog-di-Alice-Agnelli
print

Print

11 Comments

  • A...lessandra says:

    si percepisce da qui il profumo di amicizia e di cose buone…chissà quando una seratina noi insieme! 🙂

    <3

  • Melania says:

    Eccomi qui alcuni minuti di relax tazza di te bollente dopo aver faticato sette camice in cucina, ho impastato, usato il mattarello riempito i dolcetti con marmellata d’uva,cannella, cioccolato,noci, scorza di limone ed arancia e poi ho fritto,fritto, e non sai quanto ho fritto, ed infine ho aggiunto il tocco finale zucchero semolato et voilà il gioco è fatto,ah ho anche mangiato, quanto ho mangiato all’inizio era solo per un assaggino ma i dolcetti di Natale sono come le ciliege una tira l’altra ed ora sono sull’orlo di una indigestione…
    Ok penso positivo,
    tanto stasera non magio, anzi no vado in palestra per cui forse qualcosina,
    ma tornando a noi aria di Natale, si sente e il tuo post sprigiona aria di calma, tranquillità, luci, cibi caldi, coccole e chiacchiere tra amici, odori ed accostamenti nuovi tutto quello che serve per una cena pre natalizia con i fiocchi..
    Brava Alice, se solo penso a qualche mese fa a quando ti sentivi persa e la cucina era l’ultima dei tuoi pensieri addirittura neanche le tazzine del caffè avevi detto di avere,ricordi???
    Ed ora??? ci presenti dei piatti da gourmet, eccezionali ed innovativi!!!
    Brava, brava sei un esempio per tutte noi ed è una gioia leggere post così..

    Baci,
    Melania.

  • Anonymous says:

    Indivia! L’invidia, un’altra cosa.
    buoni profumi e affetti.
    J.

  • Anonymous says:

    Che dire…che scaldi il cuore soltanto a leggerti. Il 2013 sarà tuo…TUO e di nessun altra. Intesi? Ti voglio bene. Ci vorrebbe una Otta in ogni famiglia, e allora ogni giornata sarebbe speciale.

    Elisa

  • Elena says:

    Ciao Aliciotta mia,
    giorni frenetici tra saggi, recite, aiuto al marito che è in stress lavorativo, regali ancora da comprare, biscotti da sfornare, visite ai miei vecchietti soli, IMU DA PAGARE (aiuto che salasso per una casa VUOTA tutto l’anno…mi devo decidere ad apporre il famoso cartello VENDESI ma mi sembra di gettare tanti e tanti ricordi nel vento..), amiche da ascoltare e consolare, bigliettini da spedire che se non li mando mi manca qualcosa…e questa sera ho promesso a mia figlia che la porto in piazza Riforma a pattinare!!
    belle le tue ricette, io per Natale non ho ancora deciso cosa preparerò, tutti gli anni studio qualcosa di nuovo ma alla fine cucino sempre le stesse cose. Ma da quanto ho capito la tua coinquilina è la nostra Giorgia Eugenia?? miracoli del blog!!!!!!!!!!

Load More

Leave a Reply

Your email address will not be published.