Ballo ballo ballo da capogiro – From MarieClaire.it with love

Zuppa zuppa delle mie brame, chi è la più bella del reame?
Ovvero come sconfiggere tutte le tossine accumulate in questo meraviglioso sweet december e vivere felici.

In generale: le tossine, ovvero queste acerrime nemiche che provengono da cose che amiamo – vedi sottto foie gras, champagne, carboidrati, salse, cioccolato ed ex fidanzati – e poi impovvisamente si ribellano a noi generando ciccia, brufoli e stress al nostro corpicino bello.

Tossine che vengono anche generate da pensieri negativi: quante volte ci si preoccupa troppo per problemi che sembrano insormontabili, ma in realtà si sistema sempre tutto.
Si aggiusta un cuore stropicciato, si sistema un conto in banca, si esaudiscono questioni in sospeso, si risolvono conflitti.
Tutto ha una soluzione, tutto alla fine sarà meravigliosamente UAO e se così non è ora, vuol dire che non è la fine .
E quindi tutto è da scrivere, da cominciare, da sorridere, da inventare.
L’unica gioia al mondo è cominciare.
E’ bello vivere perché vivere è cominciare sempre, in ogni istante,
Quindi Buon 2013 gente.

Noi qui abbiamo cominciato sorridendo, baciando amici, abbracciandoci, ballando tanto.
Tutte di oro vestite e senza calze, che tonifichiamo le gambette e ci prepariamo all’estate, che non è poi così lontana…che dopo Natale il freddo non ha più senso se non per farci ancora qualche bella sciata. Ma noi siamo a disposizione delle stagioni, quindi va bene anche il freddo.
Va bene tutto, perché effettivamente tutto è un sorriso, adesso.

Smettiamola di preoccuparci, di stra pensare e macerare i nostri guai: tutto ha un ordine, come il sistema solare è la nostra vita.
Piuttosto usciamo, mettiamoci il lucidalabbra e promettiamo di aiutare gli altri. Di ascoltare di più. Di baciare di più. Di abbracciare di più.
Smettiamola di crearci l’illusione che i nostri problemi siano insormontabili.
I nostri problemi non sono montagne, e sono certamente risolvibili.
Le sfide che ci troviamo ad affrontare hanno un senso. Anche se quando si è nel mezzo è molto difficile trovarne il senso.
Pensiamo in prospettiva.

E nel frattempo depuriamoci un po’.
Due zuppe che scaldano cuore, sogni, anima e pensieri.

Per queste due ricette è necessaria una quotazione e una dedica: a Matilde, che ogni giorno ci si rimette in piedi a vicenda. A Matilde, la famiglia scelta.
(evviva la mia roomie!)

1 zucca
2 carota
zenzero
3 patate
curry, un pizzico
coriandolo fresco
cream cheese ( philadelphia)

Tagliate la zucca a tocchi, aggiungete le patate sbucciate e tagliate, e le due carote.
Cuocete tutto in acqua bollente fino a quando la verdura sarà morbida e frullate tutto con il mini pimer.
Aggiungete il curry, mescoltate.
Servite con abbondante coriandolo fresco e un cucchiaio di cream cheese

5 carote
sedano
cipolla
lenticchie corallo
salvia
rosmarino
pepe
ricotta di bufala

Fate riprendere le lenticchie lasciandole in ammollo almeno un paio d’ore.
Cuocete con un po’ d’acqua,arricchita di rosmarino e salvia, carote, sedano e cipolla. Quando morbide, frullate tutto.
Aggiungete pepe e un cucchiaio di ricotta di bufala.


oggi mi trovate qui
http://www.marieclaire.it/Cucina/Il-blog-di-Alice-Agnelli
print

Print

4 Comments

Load More

Leave a Reply

Your email address will not be published.