Categoria | Agipsyinthekitchen | Home

Stickwithyouforevva – #sweetjanuary

Caro my special someone,

Spero che tu stia bene, e soprattutto contempli tweed nel tuo guardaroba e barba morbida, e magari anche qualche tatuaggio.
Spero tu sia un uomo responsabile, coraggioso, che non abbia paura di assumere rischi e di combattere per la tua amata.
Che tu sia leale, che sappia flirtare – che mai nessuno quanto me sa e capisce l’importanza del flirt, di sentirsi desiderati e mai scontati – ma che tu sappia anche quando fermarti, prima di mandare a quel paese un amore vero, profondo e sincero.
Spero anche che tu ti lavi sempre le mani dopo essere andato in bagno e che qualche volta ti metta pure le dita nel naso.
Spero che tu capisca che un maglione azzurro non farà di te il mio principe.
Auspico anche che tu sappia cucinare, però che mi lascerai fare i miei folli tentativi di ricette, con tutti i miei libri aperti e le mie sperimentazioni azzardate. Ma soprattutto che dirai sempre che è tutto buono e mai proferirai frasi tipo ” perché non vai dalla mia mamma a vedere come si fa”.
Sappi che quando sarò sicura di averti trovato, non si perderà più tempo, che qui non è appunto più tempo di perderlo, questo tempo: faremo tutto, subito. Dal bacio, all’amore, a 10 figli.
Spero ti piacciano i viaggi e le sorprese.
Desidero che tu non sia per nulla o molto poco attivo sui social networking: si perché di IT girl qua ce n’è una, e non sei certo tu, nella coppia.
E ti prego: no a bracciali e anelli, che non posso tollerare uomini più accessoriati di me.
Che tu sappia farmi le stelline in brodo e che riconosca l’importanza dello squaqquerone con il prosciutto cotto e le patate bollite per risanare un cuore stropicciato.
Amerei che tu fossi capace di farmi massaggi al collo che la mia cervicale mi uccide.
Spero tu adori il mare.
Che non ti faccia spaventare dal mio conto in rosso e dalla mia totale incapacità di fare i calcoli. Anzi, a dire il vero spero che tu mi tenga la mano quando faremo sottrazioni allo stipendio, magari per comprare tutine in cachemire a Irma e Carlo.
Spero tu ami Bacco: birra, vino e bollicine. Mojito, d’estate.
A proposito d’estate: ami le lentiggini?
Dimmi che adori Morfeo e che se fossi gay lui sarebbe il tuo uomo della vita: si perchè sappi che io amo dormire, amo cincischiare.
Tollererai le mie scheccate da cagnetta della moda stressata, dopo i press day?
Amerai alla follia me, e tutto ciò che mi riguarda, ovvero amici invadenti e chiacchieroni sorella in piena fase adolescenziale, fratello addicted alla PES, papà geloso, stepmom e mamma?
Sono tutti un po’ chiassosi, ma ti giuro adorabili.
Puoi imparare a fare la guacamole migliore del mondo?Chè io la amo, amo gli avocadi.
Portami in Islanda, ma anche a Formentera e facciamo l’amore nel mare.
Sono stonata, ma mi piace cantare: non odiare il suono della mia voce. Grazie.
Che ti piaccia leggere libri insieme e passare i sabati e le domeniche sotto il piumone a guardare film.
Ti prego non ti arrabbiare quando scoprirai che soffro di sbadataggine, che mi piace cambiare idea, che ho una fissa per i balsami per capelli, che adoro fotografare ogni cibo che ho davanti – peggio di una cinese in vacanza a Roma -, che bevo 10 tazze di tè al giorno ma che non è mattina senza un cappuccio chiaro, ma fatto a regola d’arte altrimenti la giornata prende una brutta piega, e che posso riuscire anche a perdere 10 minuti e oltre davanti a un menù di pizze.

Ma soprattutto, caro mio vedi di spicciarti a uscire dall’ombra, perchè i Valentini hanno appena fatto sfilare la Couture…e ciao.
Non mi sposo in bianco, non mi sposo credo nemmeno in lungo.
Vorrei un matrimonio sotto un albero nel mezzo di un parco, con uno dei nostri migliori amici che ci legge la funzione, e vorrei tanto tanto tanto questo abito.
Con maniche lunghe che se mio padre vede i tatuaggi mentre mi consegna a te, gli viene un coccolone.Con un’unica ortensia bianca come bouquet.Con mia sorella da testimone e le mie amiche come damigelle. Pochi, per favore…non più di 30. E poi un picnic e una cena in una trattoria., o in una balera, si ecco in una balera.
Ma io devo avere questo abito, e devo avere la scusa per comprarlo.
Quindi per favore, non indugiare troppo.

In cambio ti prometto fedeltà, amore, amore e ancora amore.

tua Penelope che sta tessendo la tela ( per l’abito dei Valentini, ovvio)

print

Print

21 Comments

  • Alem says:

    Puoi dire a quello biondo con la barba, che è sicuramente amico suo (del tuo special one), quello che ama il surf e il rock e adora fare immersioni, e odia la sabbia, e ama solo me (e i miei nani), che è arrivato il momento di venire a prendermi?
    (il vestito è un sogno!)

  • Sara says:

    hahaha sei fantastica. comunque qui lo dico e qui lo faccio (se vinco alla lotteria o se trovo un milionario che mi da la sua carta di credito) te lo compero io questo vestito e andiamo a parigi a passeggiare alle Tuileries, a guardare gallerie d arte in rue de Seine e mangiare ostriche (tu) e champagne (tu) e fois gras (tu ed io) e cioccolata calda (io).
    Ti voglio bene 🙂 ti adoro !!!

  • SILVY71 says:

    beh con questo vestito sarai ancora più meravigliosa!!!!!
    e sono sicura che nel duemilaecredici 🙂 arriverà sicuramente il tuo principe poco azzurro ma molto barbuto.

  • A...lessandra says:

    è lì…dietro l’angolo…me lo sento!
    <3

  • Anonymous says:

    Bellissima lettera per il futuro marito, un unico appunto il vestito ha le maniche trasparenti, i tattoo si vedono 🙂
    luisa

    • alice says:

      urca luisa hai ragione!….mmm, magari faccio fare dei guanti lunghi in pizzo…..poi considerato che mio padre non bada ai dettagli, magari non li vede..!
      🙂

  • Anonymous says:

    Fortissima!!!! E’ arrivato anche il momento di scrivere un libro!!!
    baci
    Federica

  • Anonymous says:

    Che coincidenza! Vagavo per internet e ho visto un tuo articolo e una foto, ci siamo incontrate qualche anno fa al volo, adesso leggo questo super flabbergasting post e sorrido, cavolo quanta poesia!!!

    Cristina

  • Anonymous says:

    Scusa il ritardo ma non riuscivo a ritrovare il post! Alla fine mi sono accorta Che avevo postato twice la stessa cosa! Arghhhh:) ci siamo conosciute credo 4 o 5 anni fa al compleanno del fratello-quello di mezzo- del tuo” credevo fosse amore invece era un calesse”, dove era presente tutta la big F family per una grigliata. Io ero in un momento super Strano Della Mia vita perche’ ero appena rientrata in Italia dopo 2 anni fuori e non sapevo bene Che fare del mio futuro! Mmmm non so se ti basta per ricordare…..cristina

  • Anonymous says:

    Scusa il ritardo ma non riuscivo a ritrovare il post! Alla fine mi sono accorta Che avevo postato twice la stessa cosa! Arghhhh:) ci siamo conosciute credo 4 o 5 anni fa al compleanno del fratello-quello di mezzo- del tuo” credevo fosse amore invece era un calesse”, dove era presente tutta la big F family per una grigliata. Io ero in un momento super Strano Della Mia vita perche’ ero appena rientrata in Italia dopo 2 anni fuori e non sapevo bene Che fare del mio futuro…. Mmm non so se questo Basta a ricordare…cristina

  • Anonymous says:

    Super bene direi! Mi stra piace il tuo blog, lo trovo molto coinvolgente, vero e sprizza di genuinita’ ! Io mi sono messa a ristudiare ormai da qualche annetto perche’ inseguivo il sogno di diventare medico and here I am 🙂

Load More

Leave a Reply

Your email address will not be published.