Categoria | Agipsyinthekitchen | Home

io non ti conosco, io non so chi sei

Ecco.
Appena svegliata, fine di una settimana in cui difendere si è reso indispensabile, e l’attacco è stato trasformato in costrutti edificanti.

Questa mattina mi sono svegliata con un pensiero felice – si, tu- la pioggia che scende, tiro le tende così posso incantarmi per un po’ a guardare il cielo grigio, con la mia musica, il mio tè alla viola, la mia musica, il nuovo numero di Monocle e Kinfolk che è appena arrivato. Mi sono svegliata e poi riaddormentata nel caldo del maglione a righe di lana e del piumone bianco.

Questa è stata anche la settimana della moda milanese: neve, freddo, traffico impazzito, non ha fermato il “circo” a correre per le strade alla ricerca di nuove tendenze, nuovi stili, nuove poesie, nuovi sogni.
Io mi sono eclissata e il mio sogno lo sto sognando nuovo, ogni giorno, con whatsup dal profumo buono, con tatuaggi e citazioni che quoto, con pensieri strutturati che mi cullano con un po’ di rockabilly.

Cosa ho amato?
Ho amato Simone Rocha.
Le sue sovrapposizioni, il suo macramè, le sue trasparenze, la femminilità accennata e le felpe in peluche. I pantaloni baggy alla sampei.
I top che brillano.
Un incontro tra a favola della piccola fiammiferaia, in versione deluxe, e una Carrie post Aiden, in versione chic
E lei: così solare e saltellante che non si può non amare.
Potrei dire che sembra una brezza fresca in un panorama usitato.
Potrei dire che vedo da quei piccoli fori e trafori spuntare i miei tatuaggi.
Se dovessi abbinarla a una ricetta, cara Simone, tu saresti un risotto alla milanese con polvere alla liquirizia. Il classico esaltato dall’imprevedibile.

🙂

simone rocha

E poi arriva mamma Miuccia.
Mamma Miuccia che ti offre un latte caldo bollente che ti rincuora e ti scalda l’anima quando più ne hai bisogno.
Mamma Miuccia che ogni desiderio lo trasforma in realtà.
Mamma Miuccia che sa che non ci sono più le mezze stagioni e da lei possiamo accettare anche maglioni 4 fili di cachemire in estate.
Mamma Miuccia che mixa il tartan con al pelle, i tweed li fa diventare asimmetrici e ridona lusso e lustro anche a capelli scompigliati e chignon improvvisati.
Mamma Miuccia per la quale ogni donna è straordinaria, a prescindere. Mamma Miuccia che sa quanto le borse grandi sono utili, che i sandali li vorresti subito perchè sono confortevoli e sono semplicemente perfetti.
Mamma Miuccia con le gonne a ruota e i maglioni cardigan che noi siamo donne cardigan che amiamo uomini un po’ tatuati, un po’ snowboarder e soprattutto del capricorno, ai quali regaleremo sicuramente un cardigan.
Mamma Miuccia tu per me sei una pavlova tutta morbida e fresca con mirtilli e lamponi e tutto il resto è noia.

Ed ora.
Ora aspettiamo Balmain che noi siamo un po’ parigine nell’animo, e le collezioni sono must have a prescindere.
Ora aspettiamo Isabel Marant, Celine, Stella, Valentino, oh Valentini fateci sognare.
Parigi, eccoci.
print

Print

1 Comment

  • A...lessandra says:

    noi aspettiamo te e i tuoi racconti parigini, sono il nostro latte bollente rincuorante….e quest’anno sarò particolarmente attenta ad annotare tuttotuttotutto così da non perdermi niente a Marzo 🙂

    <3 buona Paris, chérie <3

Load More

Leave a Reply

Your email address will not be published.