Categoria | Agipsyinthekitchen | Home

Vorrei illuminarti l’anima – #sweetmarch edition

Vorrei vivere in magliette a righe, rossetto rosso e shorts di jeans.
Vorrei avere un mini schermo portatile per mettere in loop la scena delle cruditè di io sono l’Amore.
Vorrei poter mangiare ogni giorno le lasagne di Leoni.
Vorrei un plaid da distendere nel parco, e accoccolarmici sopra, con un maglione pesante tartan e dei jeans risvoltati.

Vorrei andare al mare, durante la settimana, mangiare linguine allo scoglio, un maglione a dolcevita bianco, jeans bianchi, mani che si intrecciano e vino bianco a volontà.
Vorrei vivere in una canzone dei Lumineers. O dei Mumford and Sons. O dei Wild Child.
Vorrei farmi il nono tatuaggio ma poi veramente i miei chiederebbero l’intervento di un esorcista..
Vorrei vedere una farfalla.
Vorrei andare a Lisbona.
Vorrei mangiare un vietnamese rice paper roll pieno zeppo di avocado.
Vorrei una giornata di vento.
Vorrei una bicicletta.
Vorrei una gonna di tulle.
Vorrei un risveglio in campagna e un tramonto terso.
Vorrei che le doppie punte non esistessero. Così come gli scarafaggi, le persone che urlano, le multe e la cesta delle cose da lavare che è sempre piena.
Vorrei un cesto pieno di avocado e un bouquet di lamponi.
Vorrei la borsa di Givenchy.
Vorrei che la primavera fosse una #sweetspring ma anche hot and warm.
Vorrei trovare un centro di gravità permanente che non mi faccia (quasi mai) cambiare idea.O forse no, chè cambiare idea è bello, fa bene e mantiene giovani.
Vorrei conoscere Snoop Dog. E andare a Coachella.
Vorrei imparare il surf.
Vorrei un gelo d’anguria.
Vorrei una Canon Eos.
Vorrei tutti i tuoi baci.
Vorrei una sorpresa.
Vorrei ballare.
Vorrei una nuova collana feticcio.
Vorrei andare a Tokyo per abbracciare la mia Roko.
Vorrei anche un po’ tutta la nuova collezione dei Valentini, che noi fanciulle dell’anima macramè in primavera siamo di pizzo vestite.
Vorrei anche un po’ battere i piedi come Dorothy e ritrovarmi al Can Carlos di Formentera che ho una voglia di pastas con gambas al brandy accompagnata dal loro mojito.

Vorrei illuminarmi l’anima.
Vorrei illuminarti l’anima.

#sweetmarch issue.

print

Print

14 Comments

  • Stefy says:

    … vorrei sempre il cielo limpido che vedo ora, quello di marzo dopo un temporale, ed esci dall’ufficio pensando di bagnarti e invece resti con il naso all’insu e un senso di serenità infinito
    vorrei un cuore unito e non diviso a metà come in questi giorni
    vorrei poter uscire senza calze, una gonna e una maglietta a righe e delle ballerine
    vorrei girare per Roma mangiando un gelato
    vorrei venire a Milano
    vorrei sentirmi bene
    vorrei avere la mia famiglia vicino (non troppo… quanto basta per correre da loro quando ne sento la mancanza)
    vorrei che tutto fosse chiaro
    vorrei non sentirmi in colpa

    e poi

    vorrei che i tuoi post non finissero mai
    e vorrei aver letto bene tra le rgieh… perchè se fosse così… uau evviva la primavera che risveglia il cuore

    un abbraccio
    Stef

  • laura miglio says:

    wow!
    evviva le righe, evviva i “tra le righe”…e oggi, finalmente….luce fu! c’è il soleeeee!!! (almeno qui a Roma)…

  • Anonymous says:

    …Io vorrei che le giornate di pioggia fossero bandite per un po’.
    Vorrei il sole a scaldarmi la pelle.
    Vorrei pranzare fuori la domenica, con Lui e nostra figlia, e poi passeggiare…ovunque.
    Vorrei (anche io) che i panni sporchi si lavassero/stirassero/riponessero da soli.
    Vorrei cucinare di più.
    Vorrei la marmellata di more perfetta, quella mangiata solo una volta da adolescente.
    Vorrei anche io che tra le righe di questo post ci fosse qualcosa che sta iniziando.
    E vorrei tanto abbracciarti dal vivo 🙂

    Elisa

  • Anonymous says:

    Vorrei che i tuoi vorrei diventassero piccole o grandi realtà 🙂 Nina

  • Anonymous says:

    Abito in campagna in prov. di TO, domenica scorsa a passeggio nei prati con le mie westine ho visto 3 farfalle di cui una del classico giallo primavera 😕
    Luisa

  • A...lessandra says:

    quanto mi sono mancati i tuoi post…e quanto ti ho pensato a Paris…in ogni angolo composto di rami con boccioli e cielo azzurro, in ogni profumo di buono, e in ogni francesina trés trés chic, c’eri tu e i tuoi racconti…
    missed u

  • Anonymous says:

    Che bello questo blog, è la prima volta che scrivo ma ti seguo con assiduità! La commistione fra cucina e sprazzi di vita, di moda è davvero fantastica, e sempre vissuta con estrema originalità! Complimenti!
    Riduco quindi a 5 per motivi di sintesi i miei vorrei di oggi:
    – la felicità per tutta la vita di mio figlio
    – l’amore per tutta la vita di mio marito
    – andare a Parigi, e passeggiare sotto la pioggia
    – preparare un soufflè alla crema e una linzertorte (con una ricetta originale!)
    – Constance di Hermes
    Grazie!

    Manu 77

  • alice says:

    ciao Manu, benvenuta.
    che bello trovarti qui e che belli i tuoi vorrei.
    ..parliamo della constance di hermes?…urg. volere volare.la bramo da sempre.
    buona domenica.

Load More

Leave a Reply

Your email address will not be published.