Categoria | Agipsyinthekitchen | Home

OMSHANTIOM

L’altra sera è stato molto divertente.

L’occasione era ghiotta: il compleanno della mia amica Laura.
Nonostante avessi dormito si e no 3 ore, la sera prima, e fossi andata in giro tutto il pomeriggio alla ricerca del regalo perfetto per l’amica in questione, che noi mica volevamo farle una cosa così, nonono, era duolo un kit di sopravvivenza per le vacanze quasi imminenti, ecco nonostante tutto questo ho infilato i miei leggings uguali a Melissa (Satta), e trottorellando sotto la pioggia sono corsa a intonarle happy birthday, anche se il richiamo al morbido letto era magnetico.

Tra una birra e qualche patatina, ho conosciuto un ragazzo di Benevento.
A un certo punto abbiamo cominciato a parlare di Karma: eh si perché lui sosteneva che una donna che sappia cucinare, per lui è vero lusso ma che però tutte le sue fidanzate erano schiappe tra i fornelli e alla fine il PRO risultava lui.
A quel punto io ho fatto quello che so fare meglio: parlare di Karma, per l’appunto, tirare fuori le teorie cospiratorie del Destino, i 10 oroscopi che leggo ogni settimana e le pillole di saggezza di Yehuda Berg.

Luigi – perdonami se non ti chiamavi così, ma io sono pessima con il ricordarmi nomi e soprannomi, vedi sotto: arteriosclerosi galoppante o più semplicemente sindrome di disattenzione repentina- a quel punto sfodera un’arma che mi lascia perplessa.

“Voi ragazze milanesi siete tutte trippate con lo yoga e queste stronzate del Karma, io sono più mediterraneo, più passionale, il Karma te lo crei”.

Excuse me?

Io cucino, cammino, e faccio pure yoga: sono a mio agio da Leroy Merlin così come da Valentino e abbino senza paura fiori e righe, e tu vuoi dirmi che è tutta una prerogativa delle ragazze milanesi?
Vuoi dirmi che non sono one in a million?

Oltre il danno, la beffa, per la serie.
Quanto meno, a quel punto, il buon Luigi mi ha detto che almeno io non sono di legno .
Forse perchè avevo sfoderato la mia voglia di buttarmi per disperazione in una pizza alle acciughe, e si sa, la pizza mette tutti d’accordo.
Magra consolazione, ma la prendo come un punto a mio favore.

Però da qui parte la riflessione e perdonatemi se è un po’ disconnessa ma è da una settimana che soffro di influenza perniciosa, naso rosso, testa ridondante, pensieri vaghi, pochi e confusi – quasi peggio che se avessi mangiato marmellata alle fragole di prima mattina – però spero di arrivare a un punto.
Spero di arrivare a quel famoso punto per condividere con voi l’inizio di quella che è LA settimana per il rinnovo di ogni energia.

Magari vi convinco pure a darvi allo yoga con me, in pausa pranzo.
Tonifica e ti fa sentire una persona migliore, giuro.

( che bello il Sole che entra questo pomeriggio dalle vetrate dello showroom e che seguo con i piedi come se stessi cercando la sabbia calda in spiaggia. che bello Iron&Wine che canta dal mio iphone. che bello il tè verde con tanto miele.)

C’è un famoso detto: siediti sulla riva e aspetta di guadare i corpi dei tuoi nemici passare.
E’ questo il Karma?

Doh.

Io credo che no: il karma è qualcosa di benevolo, che arriva da filosofie buddiste, di share is love, di stanze piene di incensi, gonne lunghe e fiori nei capelli.
E’ l’olio di mandorla dopo la spiaggia.

L’amore si regala, si offre , senza aspettarsi nulla in cambio, altrimenti non vale.
E secondo appunto il buon Yehuda questo è il mese adatto: la temperatura in picchiata verso l’alto dovrebbe cominciare a riscaldare le ossa e il cielo blu ci dovrebbe regalare ondate di sentimenti positivi.

Insomma, c’è una buona notizia e ce n’è una cattiva.
La cattiva è che se non cambiamo, se non ci proiettiamo verso un miglioramento reale, ecco, succede che le cose mica rimangono così: le cose potrebbero solo peggiorare.

La buona notizia invece è che il cambiamento è veramente a portata di mano e l’universo non fa altro che inviarci quella che i Marron 5 chiamano wake up call.
Se vogliamo che le cose cambino, dobbiamo per forza cambiare noi.
Come dire, la Vita non ci cambia, siamo noi a cambiare.
Un po’ alla Patty Pravo, un po’ alla yogi girl.

Essere persone positive, in fin della fiera, non è solo una buona cosa per salvarci dalla tristezza, ma è anche una protezione.
Una visione positiva crea positive realtà, e ottimi orizzonti.
Il che non vuol dire accontentarsi, anzi.
Vuol dire che dobbiamo smettere di accettare che quello che non funziona nelle nostre vite – che sia il lavoro/una relazione/un amante/ uno stile di vita – per accettare il rischio di provare a fare quello che realmente ci piace, amiamo, quello in cui crediamo.

Insomma per avere di più dobbiamo smettere di accontentarci.

Quindi Maggio+Giugno: i segni di noi Gemelline.
Ed è anche il mese in cui il Cosmo è più benevolo a regalare opportunità di crescita e cambiamento.

Quindi ecco il piano:
Creare un goal: qualunque sia. abbiamo un mese di tempo, che sia piccolo o grande, purchè ci si aggrappi a questo e lo si persegui fino alla realizzazione.Cominciamo qualcosa di nuovo.E comunichiamolo. Follow up. E portiamolo pure a termine.Quante, troppe volte, cominciamo e lasciamo a metà.Andiamo fino in fondo.

Impariamo ad approcciare le persone con cuore aperto e senza riserve: e non è un mio nuovo buonismo ma una curiosità innata e un voler credere che ognuno sta combattendo la propria battaglia, che a volte si è scortesi senza accorgesene e che comunque per il 99% siamo fatti di acqua e amore.
Il che vuol dire che abbiamo tutti un DNA molto simile, e l’1% che ci differenzia non deve allontanarci o creare barriere, anzi, deve essere solo l’added value che ci porta all’approccio emotivo.

Insomma, sarà che oggi ho mollette a fiori nei capelli, oppure il Sole che ci ha sorpresi questa mattina. O la lezione di yoga. O la tachipirina in dose massiccia.

Però caro Luigi, un po’ ti ho convinto?

Crediamo in un karma buono, e vedrai che la ragazza che sappia impiattare anche un menù gourmandise busserà al tuo cuore.

Nel frattempo ho un’amica fantastica, caro Luigi, che riuscirebbe a riportare l’allegria anche in questi giorni in cui sembriamo tutti usciti da uno scenario post atomico, per quanto malumore questo freddo, questo maggio che sembra novembre, ci sta regalando.

Lei si chiama Hooda e fa la Life coacher qui a Milano.

Ha creato un circolo “convesrastions that matter”, ovvero un paio d’ore in compagnie di donne che vogliono aprire il loro cuore, e condividere esperienze. Lei ascolta, offre consigli e abbracci.
Ecco cosa aspettarvi, spiegato da lei direttamente:

“An intimate circle of women that want connection, direction, guidance, support and to share their stories as they meander life’s twists and turns.I create a framework and topics to challenge and inspire you. I also provide you with tools and exercises that show you how to find your answers, whether it’s improving your relationships, figuring out what next in your life, or dealing with the day to day stress that many of us experience. Ultimately you will reach new awareness and insight while sharing this experience with others.If you live in Milan and you would like to meet with your group in person, we have an inviting space centrally located and easy to reach. You currently have two times available to choose from:Mondays 1 pm. Dates: June 10, 17, 24, & July 1st. Tuesdays 7 pm. Dates: June 11, 18, 25 & July 2nd.The Investment is €129 for FOUR (75-minute encounters). http://blossomandleap.com/coaching-options/conversations/

E pensate un po’? Martedì 11 giugno e il 2 luglio ci sarò anche io,intorno a quel tavolo, che insegnerò – urg – a fare madeleines.
Venite?
ps. a proposito di oroscopi:

http://www.cosebellemagazine.it/2013/05/21/loroscopo-delle-piccole-cose-belle-21-maggio-21-giugno-segni-daria/

print

Print

15 Comments

  • A....lessandra says:

    caro Luigi…punto primo, Otta è di certo One In A Milion e nn provare a generalizzare che con lei proprio sei fuori strada!!!perchè?
    perchè Otta è la peonia in un bouquet di margherite, la pavlova di un buffet di dolci, è cachemire in un campo di cotone!
    dunque…niente categorie e soprattutto non ci venire a spiegare il Karma che Alicina lo mangia a colazione e può dimostrarti come il karma le ha insegnato a pazientare tanto con le madeleines che se leggi 354 post fa, l’afflosciamento madeleinico sembrava un complotto astrale e invece oggi, Otta insegna la loro ricetta ad un tavolo che non puoi capire quanto avrei pagato per esserci!!!

    ciao Luigi o chissà come ti chiamavi.

  • Anonymous says:

    Ma perché andare andare a scomodare le filosofie orientali quando tutti gli insegnamenti che citi non sono altro che il messaggio del Vangelo, ovvero della cultura cristiana di cui noi Europei siamo impregnati?
    Ma mai che a qualcuno venisse in mente di entrare in una chiesa o di leggere la parola di Gesù.
    Meglio fare yoga.
    Ah giusto, fa più fighi.

    • Io non credo che Alice stesse diffondendo ai popoli la parola del Dio del Karma screditando Gesù Cristo…credo solo che sia un blog che in maniera leggera faccia riflettere su stati d’animi del cuore…senza voler fare la “figa” (maddechè)per riprendere il tuo lessico!
      Il Vangelo non credo dica di andare a criticare gli altri gratuitamente e anonimamente!Apriti un tuo blog e diffondi le idee in cui credi senza inacidire pochi ormai “luoghi” di questo mondo dove si respira dolcezza e amore.

    • Ciao Anonimo

      a parte che la Santa Inquisizione nel 1965, ufficialmente, quindi il tuo commento è un po’ anacronistico.
      Scherzi a parte, rispondo volentieri a questa tua critica.
      Io sono cattolica, non praticante.
      Credo molto in Gesù e non sento al necessità di spiegarti come vivo o non vivo la mia Fede perchè lo reputo estremamente personale.
      Detto questo, tutte le religioni, dal buddismo all’Islamismo, per passare dalla nostra religione, sono assolutamente religioni d’amore. Hanno tutti messaggi di pace e fratellanza.
      In fin dei conti siamo tutti umani che perseguono come bene ultimo l’Amore.Che credono nell’Amore. Che sia scritto sul Vangelo o nel Corano o su un post un po’ sciocchino di un blog di cucina.
      Motivo in più perchè quello che scrivi, con un filo di polemica, non trova nè spazio nè senso di esistere, qui.
      Eppoi, suvvia: firmati. Che paura hai, se sei così convinto di quello che sostieni?
      Certo non sono il tipo che tiene il muso per una cosa del genere, qualora anche ti conoscessi. Libero pensiero in libero mercato.Poi sai sonod ei gemelli e noi gemelline non teniamo mai il muso per nulla.
      🙂
      Detto questo, si: io credo che fare yoga faccia fighi.Ma non fine a se stesso, ma perchè fa bene, ti svuota il pensiero. Tanto quanto lo fa una buona passeggiata, una corsa, o andare nel proprio luogo di Culto e pregare.

      OmShantiOm a te, peace&love&BrownRice

    • ( volevo dire che la santa inquisizione è stata ufficialmente abolita nel 1965…sai, la foga dello scrivere…)

  • Anonymous says:

    Karma o non karma…dovresti iniziare una rubrica settimanale in questo blog: l’oroscopo gipsy..in barba ai commenti perniciosi come la tua influenza 🙂 Nina

    • mitica Nina!
      hai ragione..accidenti se solo ne capissi un po’ di astrologia..invece continuo a leggere, questi oroscopi, cercando di non farmi condizionare troppo.
      un bacio immenso a te

  • Anonymous says:

    Buongiorno!
    Tu per noi SEI unica, punto. Sei una su un milione. Quel Luigi lì generalizzando dimostra poca voglia di approfondire in generale no? Bella la riflessione sul karma…mi fai sempre pensare.
    Un bacio.

    Elisa

  • tu e il tuo karma, siete geniali e vi adoro.
    Solo questo.
    http://mariakatiadoria.blogspot.it/

  • Lalla says:

    ciao Alice,
    ti seguo da sempre ed oggi, per la prima volta, intervengo.
    Grazie, solo questo; il tuo post mi ha aiutata a render concreto qualcosa che, da troppo tempo, rimandavo.
    ; )

Load More

Leave a Reply

Your email address will not be published.