Categoria | Agipsyinthekitchen | Home

Parlami d’Amore se quando nasce un fiore mi troverai senza parole.

Un anno fa, a quest’ora mi domandavo se facevo bene a continuare a scriverlo, questo blog.

Se la mia essenza, la mia voglia di condividere, di raccontare, il mio essere storyteller, fosse davvero così essenziale, facesse davvero la differenza, per lo meno nella mia vita.

Ero davanti a questa domanda non per mera esaltazione di un ego forse troppo timido, così timido che, devo confessarlo, non rileggo mai i miei post, nè guardo i video più di una volta perchè altrimenti assumerei un colore rosso peperone in viso e forse taglierei la metà di quanto detto tra queste righe.
Quindi, senza perdere il filo: mi trastullavo in questo dilemma perchè un vecchio drago annoiato borbottava cattiverie senza senso, solo per seminare inutili battaglie di odio, e ha fatto vacillare questa principessa tatuata, infliggendole un grande dolore che per fortuna, poi, è stato curato e come una meravigliosa cicatrice, brilla adesso sulla sottoscritta, non come menomazione, ma come potrebbero essere dei diamanti su una pelle lattea, in una giornata di neve.

Chi fa del male gratuito, forse alla fine ti regala una consapevolezza di una forza che mai pensavi di avere: e per la legge di compensazione, il dopo, è un miracolo, in ogni attimo, in ogni secondo che si compie.

Aggiungiamoci anche il mio ruolo “istituzionale”: responsabile comunicazione per un’azienda che si muove in un ambiente dove sfilare coltelli dietro la schiena è duopo quotidianamente e qualsiasi cosa detta viene costantemente usata contro di te, ogni appiglio è buono per puntare il dito e mostrare i sentimenti è considerato fottutamente naive.

Eppure quello che mi fa continuare a scrivere, a condividere con magia di entusiasmo è proprio l’energia di voi che seguite le avventure di Gipsy e mi avete accolto, amato e protetto tramite i vostri commenti, le vostre dimostrazioni d’affetto.

Perchè è per l’amore che siamo tutti qui, sempre e alla fine, che poi è l’inizio, di tutto.

Mai avrei creduto che questo blog, le mie parole, generassero una comunità di #family come backstage, pronta a dimostrazioni di solidarietà quanto mai reali e solide.

E oggi voglio parlare di A..lessandra: lei è stata una delle mie prime commentatrici, forse la prima “Otta’s girl”.

Mi ha scritto, abbiamo cominciato a mandarci email e whatzup, supportandoci nel quotidiano e diventando amiche di penna, anzi dovrei dire di tastiera.

Ho gioito quando mi ha raccontato che il suo sogno di eternità stava concretizzandosi: il matrimonio con l’uomo che amava, e voleva me accanto, in questo giorno, a partecipare di questa gioia.

Quindi eccomi: con il mio trolley pieno di chiffon, macramè, costumi e emozione.
Abbracciare nel giorno più importante della sua vita una ragazza che nell’ultimo anno, da lontano, ha dato un senso a ogni mio post, e quindi al mio, di quotidiano.

Un aereo e mi trovo a Bari, tra le sue amiche, nella sua casa, tra le sue cose.
Un aperitivo, subito, per rompere il ghiaccio e 2 spritz a testa.
Una cena perfetta subito dopo, a base di linguine ai frutti di mare, su un balcone dove il tetto era il cielo rosa di questa meravigliosa terra.

Candele, sorrisi, mojito, emozioni impalpabili e scusate se mi ripeto nello scrivere emozioni, ma tutto questo – questi giorni appena trascorsi – è esattamente la summa e il significato di questa parola.

E poi il matrimonio: l’entrata in chiesa, gli sguardi pieni di felicità, gioia, un amore palpabile tutto intorno.
Una grande festa per celebrare rapporti sacri che andavano scontornandosi tra amiche di sempre e la creazione di una nuova famiglia, scudo invincibile contro le difficoltà della vita.

I giorni a seguire sono stati capelli sciolti, piedi scalzi, tuffi in mare, ottimo cibo, risate e persone sincere e serene della loro felicità che sanno accogliere, che sanno dare senza riserve.

Sono stata a Bari, poi a Polignano in un hotel che è una bomboniera, pieno di bianco e di tende in lino, ho mangiato frise, bevuto mojiti in spiaggia, canzoni cantante con finestrini aperti, un caldo che ti avvolge, e soprattutto ripulito gli occhi negli occhi belli di Alessandra e della sua incredibile e incantevole tribù di affetti che la circondano.

Poi: parliamo della Puglia, di questa incredibile terra che è stata fatta trovare a noi italiani.
Il calore con cui si viene accolti, la meraviglia delle architetture, il buon cibo che ovunque vai, trovi, panorami che rubano il fiato e questo vento che fa scivolare pensieri e parole trasformando ogni preoccupazione in vago ricordo e così, ogni cosa è illuminata.

La vita è semplice e nella sua semplicità troviamo la sua gioia: dovremmo ricordarcene più spesso.

Parliamo di ragazze bellissime e ragazzi bellissimi, anime belle, pulite, sincere che conosci e vorresti portarti via, non lasciare più, avere sempre con te: Alessandra, Rachele, Fabio, Mauro, Michele, Ludovica, Iole, Adriana e le persone magiche di questi giorni.

Parliamo di una piccola Chiesa decorata con ulivi, di una masseria dove sembrava di essere in un video dei Lumineers e ogni dettaglio rifletteva la bellezza della sposa, l’amore e la cura che mette in ogni dettaglio sono l’espressione più alta del suo essere così: perfettamente e magicamente se stessa, in ogni istante.

Parliamo della consegna di una ragazza meravigliosa, una bambina che correva con il suo papà, mano nella mano, fino poco fa, e che adesso questo papà ha consegnato all’uomo della sua vita, tutti emozionati e tutti uniti nel forte amore che ogni poro della loro pelle e ogni centimetro del loro cuore esalava ed esala.

Ho conosciuto Rachele, migliore amica della sposa e una di quelle anime belle che tolgono il fiato e nel suo amore per Alessandra ho avuto la conferma – se mai ne avessi ancora bisogno – di quanto importanti sono le sorelle che scegliamo di avere al nostro fianco: i ricordi galoppano e accarezzo le mie, di sisters, senza le quali nulla avrebbe realmente senso e con le quali affronto ogni giorno: MissTronville, Valentina, Sara, Martina, Alina, Lauretta, Simona, Caterina, Camilla -> vedi alla voce #family.

Parto e torno a casa.
E parto con la consapevolezza di essere così: fottutamente naive, con capelli che con il mare diventano alghe, una protezione 30 al viso che quest’anno stranamente scherma ogni raggio, il dubbio di essere diventata celiaca, la dipendenza al burrocacao, le mie bizzarre e rinnovate teorie sull’Amore e lentiggini sparse e diffuse.

Alessandra grazie per avermi accolta, tra le tue braccia e avermi fatto sentire a casa.

Attimi emozionanti, che tolgono il fiato per restituirtelo in sorrisi.

Quindi ecco: ecco il senso profondo del mio scrivere, del mio raccontare storie, del mio condividere. Si dice che sentire la mancanza di qualcuno è quando vivi attimi così unici e ti rendi conto che vorresti solo avere quella determinata persona accanto per renderlo ancora più incredibile: e io vorrei circondarmi di tutte voi anime belle e raccontarmi nel blog è rendervi accanto a me in ogni istante.

“Circondati solo di cose belle.
Di abbracci che fanno respirare.
Di persone che insegnano.
Di anime affini a te.
Circondati e fatti abbracciare.”

Così recita il salvascherrmo del mio iphone, così mi ero augurata per il mio compleanno.

Siamo sulla buona strada, ottima direi. Anzi sono quasi convinta di aver imbroccato la giusta direzione, questa volta: fuori tutto quanto il male ed ogni passo tre gradini, come canta una bella canzone.

Forse questo è il prodromo di un’estate che vorrei potesse non finire mai.

print

Print

48 Comments

  • Continua, continua, continua a scrivere. E se qualcuno ti dice cattiverie sappi che hai un’amica che picchia durissimo (davvero!)

    Lucy

  • In questa terra non si ringrazia,in questa terra vige la regola del “share the Love” e con te queste giornate sn state meravigliose!la tua allegria,dolcezza e simpatia ha conquistato tutti sin da subito!
    Ti correggo chérie,gli spritz dopo 30 min dal tuo atterraggio sn stati TRE a testa non 2!!!iiihihihhhihi
    Per il resto che posso dire?hai usato delle parole talmente belle x descrivermi,descriverci,descrivere il giorno più bello della nostra vita che mi hai fatto commuovere…a poche ore dal nostro abbraccio in aeroporto GIÀ MI MANCHI di nuovo!
    Qui sei sempre la benvenuta…ti aspettiamo!
    Ancora!ancora e ancora!

    <3 la tua
    A…lessandra

    • …e io corro da voi!!!!!
      tra portogallo e formentera: corro da voi!
      fate una buona luna di miele…anzi come dice jovanotti, che ogni luna sia una luna di miele.
      tanti baci a mauro, fabio, adriana, rachele, iole, ludovica e tutta la tua meravigliosa famiglia.

  • Anonymous says:

    Che bella questa storia di amicizia, dolcezza e amore! Alice, devi scrivere sempre sempre, sei nata per farlo!!
    Ps: io voglio venire a Milano a conoscere te! chissà, un giorno…

    Silvia

  • Continua. A comporre il tuo blog e a tutto il resto.
    Che tanto l’invidia non ha mai portato lontano e le cattiverie ritornano a che le fa ( e le dice).
    Buona settimana
    Maria Katia

  • LiV says:

    La bellezza, la luce, la meraviglia di questo post! La tua capacità di evocare luoghi, spazi, emozioni: non smettere mai di scrivere, hai un dono meraviglioso, la capacità di parlare al cuore e all’anima di cuore e di anima. I tuoi post sono un inno alla gioia e alla vita, sempre, perché anche nelle ombre sai vedere il sole. Leggerti è ispirazione, un continuo reminder che sì, noi naive e anime belle alla ricerca della bellezza e della pienezza in ogni attimo della nostra esistenza, fiduciose nell’amore e nel potere dell’essere autentiche, sì, noi, proprio noi, possiamo fare la differenza. Tu la fai, la differenza. E questo blog è un piccolo meraviglioso gioiello nell’immensità del web, da custodire e coltivare e amare. <3

  • Se devo essere sincero, ero un po’ titubante quando mi hanno detto che sarebbe stata con noi una fashion blogger milanese nel weekend…
    E invece ho conosciuto una splendida persona, semplice, solare, che si è subito mimetizzata tra noi e che con il suo “lieve” accento milanese, addolciva il nostro (soprattutto mio) dialetto, decisamente poco elegante…
    E’ stato davvero uno bel weekend, speriamo che torni a trovarci presto !
    Fabio

  • Anonymous says:

    Ma che bello!mi hai fatto scendere un lacrima!Un abbraccio Alice!Francesca

  • Stefy says:

    Auguri A…lessandra!
    Che belle che siete!
    uno dei post più emozionanti perchè racchiude tutto il percorso fatto sin qui
    Vai avanti così mia dolce Gipsy Alice
    Un abbraccio fortissimo
    Stefy

  • Poupette F says:

    Ti seguo da poco, ma i tuoi post mi stupiscono ed emozionano sempre e sono diventanti le mie letture quasi quotidiane..

    Federica

  • Anonymous says:

    Siete bellissime. Tante tante congratulazioni Alessandra, eri stupenda 🙂

    Elisa

  • Elena WF says:

    Ciao Alice, non mollare mai il blog!! E’ un piacere seguirti e quanta ispirazione.. Sei stupenda ed un esempio di forza per tutte noi ragazze che ogni giorno fatichiamo dietro l’impegnato tran tran di ogni giorno, tra lavoro, casa e prendersi cura della propria famiglia, a volte sopportando anche l’insopportabile, ma non dimentichiamo mai quanto è forte il sogno dell’amore e quanto il romanticismo e le piccole cose contino.
    ti abbraccio fortissimo!!

  • Martha says:

    Che meraviglia questo post, parole vere..sentimenti carichi di buone emozioni! È proprio vero che non sappiamo mai ciò che la vita ci riserva, in questo caso persone belle che mai avresti potuto incrociare se non con la tua tastiera e le tue manine da Fata.
    Baci chèrie, e congratulazioni a Alessandra.

    Martha

  • ladiangy says:

    Per fortuna hai tenuto in piedi questo meraviglioso blog.
    Il tuo raccontare di questa meravigliosa amica e questa meraviglio terra mi fa venire un pizzico d’invidia (sana).
    Anch’io ho passato solo un giorno a Polignano questo luglio e me ne sono innamorata. E per la “terra di puglia” Non ho parole.. Ciao Angela

  • Anonymous says:

    Meraviglioso.

    un grande abbraccio Carolina

  • Melania says:

    Lo sai,
    che adoro il tuo blog,
    adoro i tuoi post
    se poi parli d’amore ,di mare, di leggerezza, di amicizia e di sogni
    ecco il post perfetto,
    ecco il post che aspettavo…
    Tutto è meraviglia,
    dall’amicizia di tastiera, nata anche un po’ sotto i nostri occhi,
    al matrimonio tra gli ulivi ed il mare della puglia
    tutto sprigiona belle emozioni
    non oso immaginare chi le ha vissute,
    quanta gioia,ora conservi nel cuore e nella mente,
    tutto può essere trasmesso e prendere vita da un blog,
    ma non da uno qualunque, solo dal tuo blog Alice
    ed ora stupore!!!
    Auguri, veramente di cuore ad Alessandra che insieme all’uomo della sua vita possa conservare, proteggere, preservare, coltivare l’amore e la gioia che traspare dai sorrisi nel giorno del loro matrimonio.

    Ed ora stampo nella mia mente e mi regalo così come hai fatto tu nel giorno del tuo compleanno, questo tuo salvaschermo:
    “Circondati solo di cose belle.
    Di abbracci che fanno respirare.
    Di persone che insegnano.
    Di anime affini a te.
    Circondati e fatti abbracciare.”

    Un abbraccio a te e ad Alessandra,
    Melania.

  • Anonymous says:

    Si! Si! continua a scrivere , continua ad ispirarmi e ad ispirarci,a farci sognare tra chiffon e macramè , a vivere e condividere questa meravigliosa avventura che è la vita.
    Bellissime le foto, esprimono gioia, luce, giallo del sole, azzurro del cielo e verde della natura.
    Go Gipsy Alice go!!!!
    Susanna

  • Anonymous says:

    Complimenti alla sposa e allo sposo too ;_)

    …tenete stretta questa splendida amicizia 🙂
    Nina

  • Anonymous says:

    <3
    L.

  • Anonymous says:

    l’invidia…………che brutta cosa….
    ma doveva arrivare, solo perchè alice è inarrivabile.
    ma davanti ad uno sparuto e cretino gruppo di invidiosi, c’è un esercito di amore.
    p.s.sappiate che l’invidia è uno dei 7 peccati mortali
    m.

    • Manno.
      nessuno invidia nessuno.
      Non c’è nulla da invidiare ma come dici tu caro Anonimo, siamo protette da un esercito d’amore.

      grazie per questa difesa a spada tratta, ma non ne abbiamo bisogno.
      Siamo ormai bullet proof.

  • Anonymous says:

    ….e mi sono dimenticata di aggiugere che nessuno obbliga nessuno a seguire un blog.
    se non vi va, andate altrove a razzolare
    m.

  • stellina says:

    nooo questo blog e’ meraviglioso…e tu sei meravigliosa quindi continua a scrivere:)
    Nesli e’ TOP come te d’altronde:)
    Un abbraccio
    Gilda

  • Fico e Uva says:

    continua ad essere tu la nostra gipsy preferita!!!
    love
    ficoeuva

Load More

Leave a Reply

Your email address will not be published.