samsung-5

La ricetta del weekend: come fare i pandorini

Buon week-end zingari e viaggiatori. Buon weekend gitani e sognatori.
Questa domenica sa di tranquillità: erano esattamente sei mesi che non riuscivamo a fermarci, e con calma dedicarci esclusivamente, per una giornata, solo a ciò che amiamo di più.

Oggi avrei dovuto avere uno showcooking ma il mio fisico ha dichiarato una debacle. Mi ha chiesto silenzio, lettone, coperte e film natalizi. Ogni tanto ci vuole. anche perché stiamo per affrontare un trasloco – il quarto in 3 anni per intenderci – e necessito energie al massimo, come merita ogni nuovo capitolo di vita che ci si appresta a scrivere.

Di base, l’equilibrio è tutto, sempre. E quando si è immersi in mille “devo”, seppure scelti e felici di compierli, ci si dimentica un po’ delle nostre priorità, di noi stessi. Forse ilc a raggio sta anche in questo: premere il tasto “”pausa” senza sentirsi in colpa se una volta ogni tanto ci si dedica un po’ di coccole. Se non si risponde al telefono, si annullano impegni e ci si focalizza solo sul tè caldo da bere e su programmi tv sciocchini che possano rendere la nostra mente sgombra da impostazioni severe e incombenze, così, una volta ogni tanto.
C’è una frase molto bella che dice che un uccellino che si appoggia ad un albero non ha mai paura che il ramo si spezzi. perché la sua fiducia, la sua fede non è riposta nel ramo ma nelle sue stesse ali. Bisogna credere in noi stessi e nelle nostre capacità, il che significa capire anche quando il nostro corpo ha bisogno di un pit stop per ricaricarsi di energie.

samsung-1
samsung-2

Ieri abbiamo preparato i i pandorini. E vi assicuro che questa ricetta è molto facile e veloce, e a prova di errore. Ammetto che ieri tra la stanchezza e l’influenza non avevo molta voglia di mettere le mani in pasta, ma c’era la ricetta del weekend, avevo annunciato i pandorini…quindi non volevo tirarmi indietro. E ammetto che tutto ciò è un asterisco a favore di quanto appena detto, in quanto sono stati facili, veloci e il risultato è morbido e buono.

Andiamo per ordine.
Per realizzare la ricetta questa volta vi servirà una planetaria, e per chi non l’avesse il vecchio e famoso olio di gomito e un cucchiaio di legno.

Gli ingredienti sono pochi ma risolutivi. La farina che vis erge deve avere una forza non minore di 325. Potete usare la manitoba o altrimenti cercate la specifica al supermercato dove abbia scritto 325, se non altro perché deve supportare la lievitazione. A questo, aggiungiamo lievito di gira: in caso non lo trovaste fresco, va benissimo quello liofilizzato.

samsung-3

a-4
a-6
a-9

Credits
Silkomart per lo stampino
Fotografie by Alessandro Madami che questa volta ha usato la nuova Samsung NX
Piatti by Chiara Antichità Modena.

 

print

Print

Leave a Reply

Your email address will not be published.