puppy2

Piccoli gesti che rendono migliori. Propositi per il nuovo anno.

Gitani ben ritrovati. mi sembra ieri che parlavo di Natale, ed invece di mezzo c’è stato un trasloco, un viaggio alla ricerca della neve e 100 scatoloni svuotati.
Insomma tanto, e la mia schiena un po’ ne ha risentito, lo ammetto. Ma , ma sono felice.

Non nascondo che l’ultimo mese è stato un mese anche di attesa. Un po’ come credo sarà quest’anno: attendere forse è la parola chiave.
Attendere che arrivi la cucina. Attendere le risposte dai clienti. Attendere che le sementi coltivate diano i loro frutti. Attendere: che da lassù qualcuno esaudisca il nostro più grande desiderio. Attendere che tutti i pezzi di questo puzzle che si chiama quotidianità trovino la giusta combinazione.

Mi chiedo: come si fa a sapere quando si è pronti per un bambino? veramente le condizioni esterne influiscono così tanto su una scelta così importante?
Mia mamma e mia nonna dicevano: ogni bambino arriva con il suo fagotto. Cioè che poi tutto si sistema. E io ne sono convinta. Ma quanto questo riesce poi ad abbattere i muri della razionalità?
Prima di partire per la Finlandia mi sentivo…oberata: le rate della macchina, le rate del prestito, poche entrate e ciliegia sulla torta 4.000 euro di equitalia da pagare – pare di multe vecchie. Aiuto. Mi sono sentita cadere il mondo addosso. ho pensato: e ora? Non ho chiuso occhio per diverse notti e ammetto di aver avuto anche un attacco di panico. Cosa mi fa più male di questo?Pensare alle incombenze come dei fallimenti. In realtà, altro non sono che una buon scusa in più per prendere la rincorsa e dare di nuovo fiducia alla vita: che tutto si sistemerà come deve. Che i problemi economici sono all’ordine del giorno per tutti, e che con calma, un problema alla volta, si sistema sempre tutto. Forse questo è stato il più bel regalo della mia mamma: mi ha sempre detto così. Fino a quando non ho imparato a crederci.
Fake until it’s real. Tutto si aggiusta. Non c’è motive per cui l’Universo non ci aiuti.

Tra un mese saremo online con il nuovo sito: siamo molto emozionati, spero vi piacerà. Domani cominciamo a fare i test per lo streaming, e forse – nonostante forno e fuochi non siano ancora installati – proverò ad abbattere i miei pregiudizi e cucinare una torta per le nostre ricette del weekend con il microonde.

IMG_8169
Sono passati 27 giorni dall’inizio dell’anno e proprio ieri mi è stato chiesto come vanno i miei propositi. Io non faccio proposti. Forse spropositi. Ma non credo sia necessario una previsione esatta di ciò che mi aspetto. Tuttavia mi sono dettata dei punti fermi. E mi piace condividerli con voi.

1. Preparare sempre delle cene eccezionali. Anche se sono da sola. Anche se il mio gitano è fuori. O se siamo stanchi e ordiniamo a domicilio. Un picnic sul divano. Posate speciali. Una buona bottiglia di vino. Ogni giorno è da celebrare.

2. Fare del buon brodo vegetale. Anche se la verdura è un po’ passata, non è da buttare. Anzi. tutto dentro un pentolone, aggiungere zenzero e aglio ed è il brodo per eccellenza. E si può surgelare senza problemi.

3. Coccolarsi: una volta al mese. Quella pentola che si voleva da sempre, quel libro appena uscito. Quel film tanto atteso in dvd. La vita è una, e dobbiamo compiacerci. perché siamo piccoli lottatori veraci.

4. Olio di oliva. Investite in speciali olio di oliva. Affumicati, ad esempio, li avete mai provati?

5. Il pranzo della domenica: iniziate nuove tradizioni. Che siano posate d’argento, piatti eleganti e ricette confortanti. Da condividere con chi amiamo.

6. Mangiare di stagione. Ogni primo del mese scaricare da questo meraviglioso mondo parallelo che è l’etere cosa offrono i 30 giorni a venire in fatto di verdura e frutta. E anche fiori. Andare al mercato e farne scorta.

rose-wine
7.Non compleanni. Sono i migliori. Creano sorpresa, delizia e fanno sentire i protagonisti amati a 360 gradi. Una torta, un piccolo regalo. Un giorno qualsiasi diventa il giorno per eccellenza.

8.Almeno una volta alla settimana cucinate un buon dolce. Uno di quelli che vi fanno dire: non vedo l’ora che arrivi la cena per poi mangiare questo dolce.

9. Say cheese. Ovvero: piatti di formaggio da tutto il mondo con marmellate speciali. Fanno una cena speciale.

10. Un bel clean up del guardaroba. Prendete ciò che non indossate più e portatelo alla Caritas più vicino a voi. Oppure per quegli indumenti a cui siete più affezionati am che non mettete più, impacchettateli e regaalteli all’amica, alla sorella, a chi ci è più caro.

11. Il sabato concediamoci indulgenza. Toast al formaggio doppio, patatine fritte, cioccolato…ciò che amiamo di più, spaparanzati davanti alla televisione.

aa41c522-996b-4176-8bb6-6683a788583a--2015-0106_peanut-butter-honey-sandwich-rosemary-chocolate-bread-155

12. cercate camicie da notte in lino. Larghe e confortevoli. regalatevi bagni caldi alla sera e creme profumate. Come dicono i cugini d’oltralpe: ça fait du bien.

13. regalatevi fiori freschi, almeno una volta alla settimana.

14. Guai a chi salta la colazione { e l’acqua calda con limone al mattino prima di ogni altra cosa }

15. Se avete un cane, portatelo fuori dopo cena e camminate almeno per 20 minuti. Impariamo a godere del freddo invernale, fa molto bene alla salute.

16. Sauna e bagno turco diventino i nostri must do mensili.

17. Giocate con il vostro compagno: monopoli, carte, gioco dell’oca. E’ incredibile il divertimento e l’unione che si genera durante.

18. Acqua: profumata, aromatizzata. L’importante è bere. Ad esempio: avete mai provato ad affettare un cetriolo e metterlo in infusione in acqua fredda?

19. sapete qual’è il trucco di un letto accogliente e coccolo? mettere un piumone sotto il lenzuolo. Ovvero: piumone + coprimaterasso+lenzuolo+ altro piumone. Giuro, ciò che di più comodo esista.

20. Rosè. Oh rosè. E site indulgent con i vostri errori. E con gli errori di chi amate e che vi ama: genitori, sorelle, fratelli, fidanzati. Ciascuno sta cercando di fare del suo meglio. Non siamo troppo duri rispetto a ciò che credevamo e sognavamo e ciò che è. la realtà è sempre migliore di ogni aspettativa. Quindi stappate rosé.

🙂

E voi, qualche tips per il 2016?

peony-680x675

 

 

 

Images via pinterest and my IG

print

Print

6 Comments

  • loredana spaziani says:

    io stampo questi pro-spro positi…ci voglio provare!!!
    Grazie!!!
    Loredana

  • Gio says:

    …non si è mai pronti per farsi sconvolgere la vita da un angelo caduto dal cielo!!! Mai cercare o aspettare il “momento giusto”…. Non esiste, sono cose che non si pianificano… Arrivano così come arriva la neve e così come arriva la gioia.
    Ti auguro che i tuoi sogni si realizzino ma non attendere il momento giusto…. È un regalo
    Un abbraccio stretto

  • Lulu says:

    Condivido in pieno i tuoi tips: da qualche giorno mi concedo pranzi privi di fretta cucinando per me stessa e mangiando nei piatti buoni. Ho comprato un vaso per poterlo riempire ogni settimana con fiori colorati. Ho deciso di volermi più bene e ogni sera uso creme che mi aiutino a stare meglio. Curo le mani con una crema a base di olio d’oliva. Voglio anche io premiarmi con piccoli regali di tanto in tanto, perchè non è giusto fare solo sacrifici perdendo di vista ciò che ci sta più a cuore. E voglio essere più indulgente con le persone vicino a me! Girare per la mia città come fossi una turista e provare a guardarla con gli occhi sempre curiosi.
    Speriamo bene!
    Un abbraccio e ben tornata.
    LuluCuomo

  • Meg says:

    Bellissime parole come al solito! Ho pensato ai miei propositi per il 2016 verso la fine di dicembre, ma ecco che già a fine gennaio sembro averli accantonati in un angolo…
    Per fortuna ci sei tu a ricordarci quanto sia importante la MAGIA! Ogni giorno 🙂
    Un abbraccio

  • Meg says:

    Bellissime parole come al solito! Ho pensato ai miei propositi per il 2016 verso la fine di dicembre, ma ecco che già a fine gennaio sembro averli accantonati in un angolo…
    Per fortuna ci sei tu a ricordarci quanto sia importante la MAGIA! Ogni giorno 🙂

  • Claudia says:

    Io sono arrivata a un punto tale che gli inizi anno mi spaventano: quale sfiga potrà capitare anche quest’anno??!
    Poi subito dopo mi do della scema perchè così non combinerò niente di buono e anzi, sarò io stessa il problema più grande.
    Allora sai qual’è il mio tip? Meditazione, mindfulness e breathe in e breathe out.
    Tutto viene rischiarato dalla luce della calma e della serenità. Non che sia facile, intendiamoci, ma funziona. E dopo vengono a ruota anche l’acqua al limone, i fiori, il dolce settimanale, le coccole, le autoindulgenze.

Load More

Leave a Reply

Your email address will not be published.