Categoria | Lunedì Illuminante | Home
img_8241-1050x788

Una guida autunnale. Coccolarsi come parola d’ordine.

Lo so: è da circa il 18 luglio che ho iniziato il mio personalissimo countdown verso l’aria fresca e croccante, le foglie gialle e rosse, il camino acceso, i calzettoni e la sensazione della lana sulla pelle che riscalda e conforta.
E adesso sei qui, Signor Autunno. E mai come ora sono così felice di accoglierti. Le camminate al mattino con brie sono una gioia: c’è fresco, c’è anche un po’ di nebbia. Il sole è opaco ed al tempo stesso riesce a scaldarmi, e lascio che saltelli sul mio naso con i suoi raggi leggeri, intiepidendomi le mani.

Inizia la stagione dei tè caldi, dei maglioni morbidi e caldi, dove perdersi un po’ dentro. delle coperte lasciate distrattamente sul divano, delle maratone di film natalizi, dei grandi progetti che trovano forma nella realizzazione del bene più vero: l’armonia.
Noi ci prepariamo tagliando legna, raccogliendo pigne e ghiande, scoprendo nuovi modi più consapevoli per fare la spesa, le provviste…
Sapete qual è il modo migliore per godere di questa stagione? Iniziando la mattina, presto. Io esco con Brie alle sette, e andiamo a camminare in un bosco che abbiamo a pochi minuti da casa: ci gustiamo il panorama che cambia, i colori che riscaldano l’anima e pensiamo al caffè caldo che ci aspetta quando torniamo a casa.
E’ bello perdersi un po’ nei luoghi comuni delle stagioni: bere sidro di mele, comprare zucche, pensare a costumi ridicoli da indossare ad Halloween.

Ricomincia la stagione delle vellutate, si riaccendono i forni e si spera nella pioggia così che l’aria rinfresca e comincia a profumare di legna bruciata.
La casa deve essere preparata: ritagliate un angolo tutto vostro dove lasciate ciò che vi da più conforto: un buon libro, una coperta, qualche candela profumata. Magari vicino a una finestra così si guarda la pioggia bagnare la terra.
Cucinate muffin con arancia e mirtilli rossi, bevete tanti tè alla vitamina C. Illuminate la casa con piccole luci calde che rischiarino le lunghe serate invernali.
Indugiate: lunghi bagni caldi così che le ossa non soffrano i primi freddi. Io uso sempre i sali di Epson, per disintossicarmi dai metalli pesanti.
Ricominciate a usare zenzero, cardamomo e cannella. E’ tempo per il chai latte: latte di mandorla, semi di cardamomo e anice, tè nero.

Comprate calze calde, nuovi berretti, felpe e pantaloni comodi per stare in casa. Create nuove tradizioni, che facciano rima con amore. Staccate i telefoni: davvero, la tecnologia sta diventando una parte dei nostri arti.

Io vi ho fatto una playlist, che possa accompagnare le vostre serate, le vostre camminate…la vostra magia autunnale.

E poi ecco qualche consiglio di acquisto: questo è il tempo per acuisti selezionati e pensati.

la-flamme-marie-claire_loccitane

Candele che sanno di buono.In vendita dal 15 Ottobre al 30 Novembre. Acquistando La FlammeMarie Claire, parteciperete al finanziamento di programmi per la scolarizzazione delle bambine e per l’istruzione delle donne nel mondo. Il 100% dei ricavi andranno alle associazioni partner del progetto. Utilizzata non solo per illuminare gli ambienti, la candela ha da sempre un forte valore simbolico, in tutte le tradizioni: la luce della fiamma scalda e rischiara, in senso materiale e metaforico.
La Flamme Marie Claire in collaborazione con L’OCCITANE ha proprio questo significato: portare luce nella vita di tante, tantissime bambine, ragazze e donne nel mondo. L’OCCITANE è da sempre molto sensibile alle cause al femminile. Negli anni ‘80 il suo fondatore, Olivier Baussan, ha scoperto il burro di karité del Burkina Faso, diventato ormai un segno distintivo del brand. L’azienda ha deciso quindi di impegnarsi in un programma di sostegno e co-sviluppo dell’agricoltura di karitè all’interno del paese: così facendo, a moltissime donne è stata data l’opportunità di emanciparsi, umanamente ed economicamente. E’ in questo contesto che la partnership tra L’OCCITANE e MARIE CLAIRE si è concretizzata. I progetti intrapresi rispondono a un impegno comune, la sentita volontà di garantire a ragazze e donne di tutto il mondo un’istruzione ed una concreta speranza per il futuro.

Il colore perfetto per l’Autunno?Wicked di Essie. Lo adoro. Credo sia assolutamente fantastico. E credo anche che andrò a farmelo mettere asap. 🙂

dark-winter-nail-polish-best-color

2-calendario-dellavvento_loccitane

Lo so che il Natale è tra circa 80 giorni…però il mio countdown – e canzoni natalizie annesse – è cominciato il 15 di agosto. E quando ho trovato questo calendario, me ne sono subito innamorata. Il Calendario dell’Avvento firmato L’OCCITANE e illustrato da Kanako ha catturato l’atmosfera festiva della fabbrica di Regali L’OCCITANE, brulicante di attività. Piene di fascino ed allegria, le sue immagini mostrano differenti fasi dei preparativi natalizi. C’è una stanza piena di petali, una sala di distillazione che ospita miscele aromatiche audaci, e un laboratorio di confezionamento regali, dove velocità e abilità sono l’essenza. Nelle boutique, come nel calendario, c’è abbondanza di doni – e l’entusiasmo dell’aspettativa.…c’è persino il mio ritratto e quello del gitano! 🙂

E sempre di beneficenza parliamo…è un karma gente, facciamolo circolare bene. questa volta quel gruppo favoloso di ragazze che sono radunate sotto il nome di Pink Trotters hanno creato una scatola piena di bontà, il cui ricavato andrà a favore dell’associazione Umberto Veronesi.

unnamed

Halloween è qui, ma noi amiamo l’autunno anche per l’arrivo delle zucche più buone. Il mio menù si colora di arancio e quando ho scoperto questa pastina sono impazzita. Da un percorso di educazione alimentare sono nate infatti le pastine della Linea Zerotre che raccolgono una selezione dei formati più amati dai bambini che, a scuola, le hanno assaggiate scegliendo quelle che incontravano maggiormente i loro gusti. Un progetto destinato ai bambini e alle mamme, per aiutarle a far amare ai più piccoli anche i cibi più “difficili”, come le verdure. Partendo dal presupposto che, soprattutto nell’alimentazione per l’infanzia, la qualità della materia prima è essenziale. Grazie al supporto di Rustichella d’Abruzzo, i bimbi della scuola hanno inserito nella loro dieta alimentare cibi di qualità: pasta biologica da grano abruzzese e olio extra vergine d’oliva. Perché i bimbi hanno diritto a conoscere quanto di meglio hanno da offrire la natura e la cucina piena d’affetto di una mamma.

rustichella-dabruzzo_zerotre_ruotine-zucca-halloween

Cioccolato?Si se poi è di Zaini è davvero il massimo per noi foodies. E con ironia…voi per chi votereste se abitaste a NY o in una casa dal recinto in legno in Connecticut.
hillary_zainimilano-web

Cosa vi ho raccomandato?Coccole. Tantissime. Ma una marea. Che partono dalla vasca da bagno e terminano con un buon libro, una buon cenetta e tanti baci. Sephora ha lanciato una maschera al fango e una maschera per le mani che ripari i danni del primo freddo.

irish-black-mask-ptr

EXE-Masque-MAINS-AloeVera-v2-V

print

Print

Leave a Reply

Your email address will not be published.