Categoria | Red Light Gipsy | Home
L’Orgasmo del Giorno Dopo | A Gipsy in the Kitchen

L’Orgasmo del Giorno Dopo

di Cristina Buonerba

Per come la vedo io il piacere sessuale è un po’ come una serie TV: ci sono puntate e puntate. Alcune sono capaci di penetrarti il cervello e lasciarti desiderosa fino alla fine del mese vigente, mentre altre… beh, altre non sono altro che ordinaria amministrazione. Un fisiologico scambio di flussi corporei che mantiene la pelle giovane e il nostro rapporto di coppia vivo. Niente di particolarmente drammatico, per carità; si tratta solo di incontri che possiamo archiviare all’interno di quella tanto affollata cartella chiamata normalità. In questi casi il copione tende ad essere più o meno lo stesso: l’ambientazione è notturna e, a seconda dell’età dei due protagonisti, è condita (o scondita) da dettagli semi sexy quali luce soffusa, una depilazione corporea che rispetta gli standard dei diritti umani internazionali e una pedicure al limite del dignitoso.

Generalmente si tratta di serate infrasettimanali, quando la fatica del lavoro e degli impegni quotidiani colpisce con maggiore insistenza. E proprio quando non vorremmo fare altro che lasciarci andare a qualche tenero bacino della buona notte prima di abbandonarci alle carezze del nostro cuscino, ecco che i nostri istinti primordiali iniziano a farsi sentire. Fortunatamente in questi casi ci ritroviamo già sul divano o direttamente a letto, giusto per essere certi che il livello di sforzo fisico e mentale da investire venga ridotto ai minimi termini. Si inizia con dei bacini sulle labbra per poi proseguire con un timido accenno di lingua, seguito da qualche avvinghiamento generale e bumsbadabum! nel giro di una ventina di minuti siamo pronte a qualche coccola after sex, a fare una capatina rinfrescante in bagno, a dare un’ultima sbirciatina al cellulare per poi portare finalmente a termine la giornata. Andiamo a dormire serene, illudendoci che quell’orgasmo che abbiamo quasi raggiunto (mancava veramente pochissimo, lo giuro) rimanga lì fedele ad aspettarci al nostro ritorno.

Ma se il sesso – e le serie TV – sono così fondamentali nella nostra vita un motivo ci sarà. Per la fortuna di noi giovani donzelle, infatti, esistono puntate difficili da dimenticare. Puntate che non solo ci svoltano la serata, ma che ci fanno innamorare ancora di più della persona con cui abbiamo scelto di condividere la nostra intimità. Puntate straboccanti di mani che si intrecciano e di corpi che respirano l’uno dentro l’altro. Puntate condite da sospiri affannati e gambe annodate. Puntate che raccontano un tipo di intensità che non si concede sempre, ma che quando si concede ti inonda anima e corpo. Un’unione di tipo trascendentale in cui l’unico obiettivo consiste nel divorare l’altra persona. Staccargli la pelle con mani, labbra e occhi. Prendere e lasciarsi prendere, dominare e lasciarsi dominare in un vortice impazzito di sospiri e smania di passione.

Mi piace definire questo genere di sesso come l’orgasmo del giorno dopo. E non perché si debba aspettare ventiquattro ore per lasciarsi invadere dal piacere, anzi: queste sono le classiche serate in cui tutti gli orgasmi a cui abbiamo voltato le spalle tornano alla carica avidi di vendetta. Ma piuttosto, perché è proprio il nostro corpo a parlare e a gridare al mondo intero Ho passato tutta la notte a fare l’amore! Basta guardarci allo specchio per rendercene conto da sole: il nostro volto appare stropicciato, le gote sono più arrossate del solito, le labbra leggermente più gonfie e ovunque andiamo trasciniamo serenamente tra le nostre gambe una bavetta che renderebbe fiera la più femmina delle lumachine. Insomma, passiamo le prime ore del mattino seguente a cercare di concentrarci sul lavoro quando in realtà la nostra mente non fa altro che proiettare in loop una serie di flashback degni di un film a luci rosse. Ci sentiamo invase da un senso di adorazione assoluta nei confronti del nostro compagno che – molto probabilmente – durerà fino al prossimo ciclo. O fino alla prossima puntata da ordinaria amministrazione.

L’orgasmo del giorno dopo è dono ragazze: stringiamo i muscoli e teniamocelo stretto.

print

Print

Leave a Reply

Your email address will not be published.