Categoria | Doggy Style | Home
Brie, 16 mesi | A Gipsy in the Kitchen

Brie, 16 mesi

Brie, rosicchia. I tappeti, le porte, i suoi giochi, i legnetti, il vimini della sua cuccia, il mio braccio, la mano del suo papà e ultimamente anche il mio orecchio quando mi sdraio accanto a lei la sera per coccole a profusione.
Brie ha anche sgranocchiato con fervore le mie scarpe vintage di Prada, una decina di miei libri
Ah le coccole: per quante gliene fai, sembra di non averne mai abbastanza e quando non le dedichiamo almeno mezz’ora ogni tre ore, si rifugia in ingresso, davanti all’entrata e non ci guarda più, nemmeno i biscotti riescono a catturare la sua attenzione.

Ah, i biscotti. I biscotti sono la sua debolezza. Gliene ho comprati di ogni genere: biologici, vegani, pesciolini secchi, bastoncini di verdura. E basta per lei sentire una carta che struscia che accorre imperterrita, a reclamare il suo biscotto.

Brie conosce alla perfezione 4 parole: basta, vieni qui, sputa e biscotto. BI -SSS-COT-TT-OOO. per l’esattezza. Poche semplici parole per farla correre immediatamente al mio capezzale.
E’ bello vedere che adesso, anche se slegata, anche se in preda al gioco, a inseguire altri pelosi o qualche papera nel lago, si volta sempre a controllare che io sia li, a portata di sguardo.

Brie è gelosa. Si para davanti a me, affronta da nulla qualsivoglia altro cane che mi venga accanto: sono sua, guai a chi mi tocca. Guai a chi solo osa avvicinarsi alla sua mamma.

E poi, ha questo meraviglioso friso che le viene dietro le orecchie quando piove. E poi la sera, ci sdraiamo nel lettone caldo una accanto all’altra e ci addormentiamo così, vicine e innamorate, aspettando papà Gitano che ci raggiunga. E poi al mattino quando suona la sveglia viene accanto a me a dirmi dai che sarà un bel giorno.

Io non posso minimamente e nemmeno voglio immaginare la vita senza di lei. Perché in qualunque sua manifestazione mi ha reso una persona migliore. Perché è più famiglia lei di molti altri attanti che si sono palesati nella mia vita. Perché ha una dolcezza che sconvolge il cuore, libera i pensieri e davvero rende l’anima più lieve.

Mi dispiace, chi non ha un peloso, non può capire. Non può capire cosa davvero voglia dire essere amati incondizionatamente da qualcuno che ci sarà sempre e che vorrà per te solo il meglio. Che ti chiede solo sorrisi e carezze e che ti fa implodere il cuore, in una giornata di marzo qualunque quando capisci quanto enorme sia l’amore che provi per il tuo quadrupede.

Oggi una ricetta facile, che mi piace fare a brie nelle giornate di inizio Primavera, con il sole tiepido che riflette sul laghetto:

Frittatina con alghe essiccate

4 tuorli
un filo di olio
60 gr di alghe essiccate

Con una forchetta sbattete le uova, e aggiungete le alghe. Nel frattempo avrete fatto calare in un tegame un filo di olio. Versate il composto di uova e fate cuocere da entrambi i lati. Se il vostro peloso ama i formaggi, mettete nel mezzo mezza sottometta, e chiudete come fosse un’omelette.

Brie, 16 mesi | A Gipsy in the Kitchen

print

Print

Leave a Reply

Your email address will not be published.