img
demo

Il perfetto banana bread: una favola.

difficoltà: facile
porzioni:
60 minuti di cottura + 15 di preparazione
Ingredienti

2 banane + 1 per decorazione
Il succo di 1 limone
2 uova
120 gr di zucchero
120 gr di burro
200 gr di farina integrale
1/2 cucchiaino di sale
1/2 cucchiaino di noce moscata
1 cucchiaio di vaniglia
1 bustina di lievito in polvere vanigliato
Gocce di cioccolato

Passaggi

Per prima cosa schiacciate le 2 banane e irroratele di succo di limone. nel frattempo burro a neve con lo zucchero, e aggiungete le uova, la farina, le spezie ed il lievito. Per ultimo aggiungete la polpa delle banane le gocce di cioccolato.
Imburrate lo stampo e riempitelo per circa metà. tagliate per il lungo una banana in maniera sottile e disponetela in cima al vostro plumcake. Infornate in forno già caldo per circa 60 minuti. Forno ventilato a 180°c.

DANCE IN THE KITCHEN

print

Il perfetto banana bread: una favola.

 

C’era una volta una bimba di nome Brie che con i suoi amici Riccio e Baffo camminavano lungo una strada di campagna, in una domenica di nuvole di zucchero filato. Ad un certo punto videro una strada un po’ strana, profumava! Sapeva di cioccolato ..anzi: era cioccolato.

Decisero allora – invece di raccogliere fiori per le loro mamme- di collezionare sassi di quella strada così da portarli alle loro mamme che sicuramente avrebbero saputo cosa farne. Corsero a perdifiato verso il patio dove le mamme stavano bevendo un tè caldo e mostrarono loro questi tesori. La mamma di Brie, dopo averla accarezzata e averle tolto la sciarpa rossa e la felpa, prese in consegna queste magie di cioccolato e corse nella cucina dove ritrovó delle banane annerite dimenticate o forse nascoste dal papà di Brie che – più monello della sua bimba- non voleva mangiare la frutta. Aggiunse quindi un po’ di burro, passò poi alle mensole delle spezie dove la noce moscata le sussurrò di prendere un pizzico della sua essenza e Madama Vaniglia fece un balletto per farsi scegliere. Unì il tutto con qualche uova della gallina Matilda, e mescolò…Cioccolato, burro, farina integrale , purea di banane ammorbidita con limone. Zucchero di canna, vaniglia. Un pizzico – ma solo un pizzico- di noce moscata. La favola è appena cominciata. ..E fu così che improvvisamente la casa si riempì di un profumo inaspettato. Dal patio le mamme e i papà erano ansiosi di scoprire quale magia Brie e la sua mamma avevano realizzato con quelle pepite preziose raccolte per strada. D’altronde al forno acceso era stato aggiunto il calore dei fornelli perché mentre cuoceva il banana bread la mamma di Brie aveva raccolto un po’ di frutta e messa a sobbollire con cannella e zenzero. Il papà di Brie allora esclamò: che buono mangiare la frutta così, quando è accompagnata per mano da golose spezie! Tutti risero e fecero un Cincin con le tazze di porcellana che emisero un’orchestra di suoni. Brie, Baffo e Riccio erano felici di aver reso la giornata così colorata da far tornare il sole nonostante le nuvole e insieme corsero nella loro casa sull’albero con un pezzo di torta e delle coperte, ad aspettare il tramonto e sognare nuove avventure.

 

{ to be continued..}

print

Leave a Reply

Your email address will not be published.