Categoria | Doggy Style | Home
I mai più senza delle fur mamas | A Gipsy in the Kitchen

I mai più senza delle fur mamas

Ho sempre avuto la passione per la casa. C’è stato un momento, quando vivevo a New York, che mi sarebbe piaciuto diventare interiore designer, laurearmi alla Parson School e passare la vita ad arredare case di ricconi americani negli Hamptons.
Ho trasferito questa passione in un hobby: mi piace fare shopping virtuale su siti di design inglese come Cox and Cox, ma anche perdermi per gli scaffali di Ikea mi ha sempre dato una grande soddisfazione.
Abbiamo il pavimento bianco in casa e d’inverno lo copriamo di tappeti, ma d’estate vive come una spiaggia nuda dove appoggiare i piedi nudi.
Fatto sta, che , ça va sans dire, da quando è arrivata la nostra bimba pelosa, abbiamo dovuto reinventare gli spazi. Trovare soluzioni per renderle – e renderci – la vita più facile e confortevole. Perché se è vero che ad un cane interessa solo la vicinanza con il proprio padrone, è anche vero che bisogna essere preparati per riuscire a dare al nostro peloso il meglio che si merita.

Qui i nostri consigli, sulla base di esperienze totalmente personali, misurate dal grado di soddisfazione della nostra bimba quadrupede. Brie Rules!

1. La roomba. Oh cari miei, come mi sognavo questo elettrodomestico . Me lo sognavo da anni, ancora prima di avere Brie. Perché di base sono pigra, passare il battitappeto è tra quei compiti gravosi come riempire e vuotare la lavapiatti, stendere e ritirare il bucato, che mi rovinano la giornata. Quando è arrivato in dono, ho saltellato dalla gioia – il gitano pensava fossimo in una succursale del manicomio. Molti mi hanno scritto che la Roomba si inceppa in tende e prende dentro tutto: ribatto con una semplice domanda, ma voi quando passate il battitappeto, non tirate su tende, sedie e pouf?No perché per pulire bene io si, quindi è la stessa cosa che faccio con Roomba. Tiro su le tende, i cuscini di Brie e i suoi giochi, e la lascio lavorare in pace, mentre io magari scrivo o sono in terrazza ad occuparmi delle piante. Brie ne è terrorizzata ma si sa: non è cuor di leone. Tanto meglio: scappa in camera o mi segue nel nostro giardino cittadino e Roomba intanto pulisce, aspira e rimuove ogni traccia di acaro, polvere o briciole che possono chiamare scarafaggi o esseri spaventevoli tali. Si infila sotto i mobili, e ne esce vittoriosa.Raduna ogni traccia di papa che Brie ha disseminato in giro e aspira con gioia. Così come i suoi peli. O i miei capelli.  O la terra che porto dentro automaticamente ogni volta che vado nei campi con Brie. E’ magica: la puoi anche programmare per quando non sei in casa e lei lavora, facendoti trovare al tu ritorno la casa linda. Tu chiamala se vuoi: libidine.

brie | I mai più senza delle fur mamas | A Gipsy in the Kitchen
2. Il Napisan in spray che mescolerete sapientemente con dosi abbondanti di Cif Sgrassatore. Perché capita, eccome se capita, che bisogna lavare i propri pelosi nella vasca da bagno quella dove vi fate lunghi e rilassanti bagni con oli essenziali pregiati. E quando li laverete da sporco, letame dove amano rotolarsi e fango, dopo vi resterà una vasca da riportare pulita. E servono le maniere forti.
3. Una spazzola per loro. Magari di quelle auto-pulenti. E cucce sparse per casa: mi spiego meglio. Chiaramente la cuccia di Brie è qualcosa di meraviglioso: vimini, lenzuola e cuscini spaziosi. Si trova accanto al nostro letto ed è piena di cuscini a forma di stella e peluche tutto intorno che Brie raggruppa come fossero un suo personale esercito. Però abbiamo anche un cuscino comodo e abbastanza chic in sala: non che divani e le poltrone non le bastino eh? MA diciamo che il suo cuscino rosa appoggiato tra la sedia a dondolo e la poltrona, è un altro nascondino per i suoi bastoncini. Trovate tutto qui:  https://www.ferplast.com/it/
4. I vecchi asciugamani. Quelli che pensate non erano più a nulla e che volete buttare via. Non fatelo: ne avrete bisogno di uno appeso in ingresso. e di un altro accanto alla vasca. E saranno i suoi asciugamani.
5.Palle e palline. Di ogni genere. Di ogni forma. Possibilmente di plastica per uscire – così potrete lavarle sotto una fontana, ma quelle da tennis che suonano mi rendo conto siano il must per le nostre piccole pesti pelose.
6. Mantella e Stivali da pioggia: perché vi assicuro che non c’è gioia più grande di camminare per i prati con loro quando imperversa il diluvio. Per poi tornare a casa e bersi accoccolate davanti al camino un tè caldo. Io ho un paio di hunter’s e una mantella Ikea.
7. Candele, incensi e profumatori d’ambiente. Io amo, adoro il profumo di Brie. Mi perdo nel suo collo e ne sono felice. La annuso tutta e mi sento a casa. Ma non tutti la pensano così: e sebbene sia profondamente convinta che lei profumi di vaniglia e biscotto e la sua pupù sia santa, mi rendo conto che per i nostri ospiti – a partire da mio padre, non sia così. E allora via libera alle profanazioni che più vi piacciono. Io amo le candele naturali di La BelleMeche , ma ognuno ha le proprie.
8. Crocchette. Eh si: perché per quanto ami farle io da mangiare, ci sono emergenze tali per cui la spesa non si riesce a fare e la carne fresca non c’è .Così ecco in nostro aiuto le famigerate crocchette. Ma mi raccomando che siano bio e certificate, come quelle di Lily’s Kitchen.
10. Le vecchie coperte. Che saranno manna dal cielo. Basterà solo ridare loro vita e diventeranno parte dell’arredamento. Per proteggere i divani e le poltrone, che improvvisamente saranno la vostra isola di felicità: Netflix e le coccole della vostra pelosa!

brie | I mai più senza delle fur mamas | A Gipsy in the Kitchen

print

Print

Leave a Reply

Your email address will not be published.