img

Bundt cake cannella e zucca

difficoltà: Facile
porzioni:
50 minuti di cottura più 15 min di preparazione
Ingredienti

230 grammi di Burro, a temperatura ambiente
300 grammi di Zucchero mascobado
360 grammi di farina 1
3 cucchiai di cannella
1 cucchiaio di chiodi di garofano tritati
1 cucchiaio di zenzero in polvere
1 bustina di lievito vanigliato
1 stecca di vaniglia
125 ml di panna fresca
100 gr di purea di zucca*
Uova
120 m l di latte intero
Zucchero a volo per guarnire

Passaggi

Il procedimento è molto facile. Iniziamo preriscaldando il forno ventilato – 170°C. Nel frattempo setacciate gli ingredienti ” secchi” e mettete da parte. Nella planetaria montate il burro con lo zucchero. Unite le uova e poi la farina che avrete setacciato con le spezie e lievito. Aggiungete la panna, la purea di zucca, la vaniglia e il latte . Fate cuocere per 50 minuti.

*per la purea di zucca:fate cuocere la zucca a vapore con acqua a filo. Un volta ammorbidita, scolatela e frullate il tutto con un cucchiaio di zucchero, e un cucchiaino di noce moscata.

DANCE IN THE KITCHEN

 

print

Brie stava leggendo: era un sabato pigro, di quelli che piacciono a lei.
La mattina era cominciata lenta: con la mamma era andata a comprare latte e croissant per il papà, uscendo in pigiama come piaceva a loro nel weekend, e mascherandolo con sciarpe e maglioni, ridendo delle signore tutte ingioiellate che incontravano per la strada e che inorridivano davanti ai loro pantaloni felpati a stelline. Avevano camminato abbracciate fino in pasticceria, e si erano accoccolate nei maglioni caldi perché Signor Autunno era arrivato e le foglie danzavano nenie con Monsieur Vento, abbracciando la strada e il panorama.
Tornate, la mamma aveva acceso la stufa in cucina, e aveva preparato la legna per il camino – il camino era compito del papà. Aveva acceso il fornello per la moka in cucina, così che il pungente aroma di caffè svegliasse il papà, ancora addormentato sotto le calde coperte.
Fuori il cielo era glorioso, ma l’aria pungente arrossava le gote e raffreddava i nasini: Brie si sedette nella sua poltrona blu preferita, già pregustano il croissant di marmellata che aveva comprato poco prima.

Il papà arrivò e balzò sul divano, chiamandola, per le coccole di rito, che comprendevano abbondanti scorpacciate di solletico: come adorava il suo papà…!Con quella barba un po’ ispida e il suo profumo buono, gli occhi blu e i capelli ricci, era davvero il papà migliore del mondo.

Finalmente la mamma annunciò che la colazione era pronta e tutti in pigiama si sedettero a fare il loro picnic autunnale sul divano, tra plaid e giornali e musica in sottofondo, interrati solo dallo scoppiettare del camino.
Con grande sorpresa di brie, la mamma aveva preparato il bundt cake, con cannella e zucca!Era così felice: cioccolata calda e tutto ciò che profumava di autunno come una torta fragrante appena uscita dal forno.
Tutto era perfetto, e Brie si ricordò di ringraziare perché quella serenità era un dono immenso che avrebbe costruito ricordi preziosi..quei ricordi che la terranno al caldo nelle intemperie della vita.

print

Leave a Reply

Your email address will not be published.