Categoria | IN FORMA CON GIPSY | Home

I RICOSTITUENTI: UN AIUTO NATURALE CONTRO LA STANCHEZZA

Dalla nostra redazione, la “Dottoressa” Vittoria Magenes

Con il cambio di stagione, ci si può sentire un po’ stanche e spossate. Però è un peccato, no? Sbocciano i primi fiori, i raggi del sole diventano piano piano più caldi, le giornate si allungano e noi siamo fuori forma? Gitane tranquille, per migliorare il vostro umore e fare un carico di energie qualcuno può aiutarvi: i ricostituenti naturali, ovvero sostanze ricche di vitamine, minerali e proteine che possono aiutare il nostro corpo quando necessita di una ‘spinta in più’. Ce ne sono tantissimi e di certo troverete l’aiuto più adatto a voi. Qui vi parliamo dei più noti:

Pappa reale:prodotta dalle ghiandole faringee delle api nutrici, la pappa reale ha proprietà toniche e rivitalizzanti. È una fonte naturale di vitamina A, vitamine del complesso B, C, D, E ed in particolare del complesso B, tra cui le vitamine B1, B2, B6, B12, la biotina, l’acido folico e l’inositolo. Questo alimento, di cui si nutre l’ape regina nell’alveare, è anche ricco di minerali e oligoelementi, come fosforo, ferro, calcio, zinco, magnesio, enzimi e proteine. La pappa reale può essere un grande aiuto per rinforzare il sistema immunitario, il tono muscolare e la circolazione.

Ginseng: questa radice, che contiene minerali (sodio, potassio, zinco, calcio, manganese, fosforo e ferro) e vitamine (soprattutto B1 e B12), viene usata come tonico per dare una super carica di energia a tutto l’organismo. Il ginseng può essere un aiuto per la circolazione sanguigna e il controllo del diabete. Inoltre, pare aiuti memoria e concentrazione!

Eleuterococco:chiamato anche ginseng siberiano, questa radice ha proprietà toniche e adattogene, in grado di migliorare la resistenza dell’organismo agli ‘attacchi esterni’. Oltre a darvi una marcia in più in caso di stress e ‘sovraffaticamento’, pare che l’eleuterococco sia anche d’ aiuto per il sistema immunitario.

Aloe vera:questa pianta ha proprietà straordinarie. Il suo succo contiene 19 aminoacidi essenziali ed è ricco vitamine e minerali, tra cui magnesio, ferro, rame, zinco e selenio, necessari per il metabolismo e l’attività cellulare. L’aloe vera è un’ottima arma in caso di stanchezza fisica e mentale e può essere d’aiuto nel cambio di stagione per proteggersi da raffreddori e influenze.

Alga spirulina:molto utilizzata per stimolare il sistema immunitario, questo pianta è un concentrato di vitamine (A, B, C, E), ferro, calcio, magnesio, potassio e antiossidanti. La spirulina è anche considerata un ottimo anti-age e un grande aiuto per vegetariani e vegani (data la presenza di proteine) e per coloro che soffrono di lieve anemia (per la quantità di ferro che contiene).

Germe di grano:è la parte più ricca di nutrienti del grano e contiene vitamine A, B ed E, e sali minerali. Consigliato per avere più energie nei periodi più stancanti, fisicamente e mentalmente. Attenzione, è sconsigliato a celiaci e intolleranti al glutine.

Ginko biloba:anche questa pianta, di origine orientale, contiene sostanze che possono aiutarvi in periodi di affaticamento. Ottima, soprattutto, in caso di stanchezza muscolare e consigliata ai super sportivi!

Papaya fermentata:ricca di antiossidanti, può aiutare l’organismo a combattere i radicali liberi. Inoltre, pare che la papaya fermentata abbia una funzione epatoprotettiva e aiuti nei processi di digestione.

Alga clorella:un’altra alga marina, ricca di proteine, vitamine A, B, C, E e aminoacidi. Può essere un aiuto per il nostro sistema immunitario. La clorella, con le sue proprietà antiossidanti e ricostituenti, sembra possa anche aiutare il nostro corpo nel processo di depurazione dai metalli pesanti.

Ci sono tantissimi prodotti naturali che, insieme a uno stile di vita sano e alla giusta dose di riposo, possono sostenervi nei momenti di maggiore stanchezza e aiutarvi nei periodi ‘no’; è comunque giusto non sottovalutare il proprio corpo (e non sopravvalutare né considerare miracolosi questi prodotti) e ricorrere a visite mediche nel caso i sintomi di stanchezza siano intensi e persistano nonostante il dovuto riposo.

print

Print

Leave a Reply

Your email address will not be published.