img

Il giardino in inverno

difficoltà: facile
porzioni:
30 minuti
Ingredienti

400 gr di yogurt intero bianco
zatar qb
4 pomodorini ciliegia a testa
4 pomodorini gialli a testa
2 carote rosse
2 carote viola
miele di acacia qb
sale grosso qb
paprica affumicata

per l’hummus di barbaietola
4 barbabietole rosse precotte
olio evo – circa 6 abbondanti cucchiai
1 scatola di ceci
2 cucchiai di crema di arachidi non zuccherata
sale qb
1 spicchio di aglio
il succo di un limone

Passaggi

Accendete il forno a 180 gradi, tagliate le verdure a metà, adagiatele su una placca da forno, che avrete prima rivestito di carta forno, e cospargetele di paprica affumicata, sale grosso qb, e miele.
Cuocete per 20 minuti circa.
Impiattate: un letto di yogurt, le verdure spolverizzate, un po’ di zatar, un po’ del loro succo di cottura.

Hummus.
Frullate tutti gli ingredienti insieme e servite a temperatura ambiente.

print

 

L’inverno in giardino. Ammetto che per me i mesi che vanno dal 15 gennaio al 15 aprile sono difficili. Lunghi. Mesi in cui sento la mancanza della luce, ma al tempo stesso mi manca l’autunno, e il Natale.  Così cerco di aggrapparmi ai piccoli piaceri che costellano questi giorni: il sole che comincia a farsi più caldo. Le passeggiate lunghe nel pomeriggio con il gitano, Brie e Baku. I nuovi progetti e le nuove idee, perché è proprio in questi mesi che si buttano le basi di tutto l’anno. Le collaborazioni. Le nuove ricette da provare. È un nuovo ritmo lento che da quando è scoccata la mezzanotte del 31 dicembre mi sono imposta. Più spazio al reale, più attenzione ai miei bisogni e ai bisogni di chi amo. E poi ci sono i supper club – grazie a voi siamo sold out fino a maggio e stiamo aprendo ora il nuovo calendario di maggio. E questo è un piatto del menù invernale: il mio roast di verdure al miele su di un letto di yogurt spolverato con zatar, fior di sale alla vaniglia e accompagnato con hummus di barbabietola – che tra tutte le nostre ricette di hummus questa è quella che vi è piaciuta di più. Perché il giardino in inverno è così: un manto di neve che porta pace, verdure che chiedono il calore del forno e l’abbraccio di un buon miele che strizza l’occhio a accenni di primavera – lo zatar – e a un’avvolgente paprica affumicata. Se non è poesia questa! Perfetto come antipasto o come secondo.

 

 

print

Leave a Reply

Your email address will not be published.