Categoria | Gipsy Blogging | Home

Pelle all’arrabbiata – From Marie Claire.it with love

A noi ci piacciono i tatuaggi.
Ma ci piace anche la leggerezza di una meringa appena montata, o la poesia di una tartare di manzo tartufata.
E Le Grand Fooding ha unito ieri sera, sotto una pioggia torrenziale gli elementi che amo di più: tatuaggi, per l’appunto, giovani chef stellati, street food – ma haute cousine style- la mia amica Caterina e i suoi abbracci rincuoranti.

E io, che in questo momento ho deciso di lasciarmi andare alla curiosità del nuovo, perchè questo nuovo apporti leggerezza e nuovi orizzonti: ebbene si, ho provato la lingua di manzo e il cuore di agnello.Io che provo queste cosine qui. Che stranezza.E le ho pure mangiate di gusto perchè erano da sbarellarci sopra. Erano geniali negli abbinamenti.
E c’era anche tanto champagne, il che fa sempre molto bene.
Comunque, mi spiego meglio.

L’atmosfera era quella di una strada aggrovigliata tra due parchi, in una atmosfera illuminata da candele messe a caso in bottiglie. E poi un cortile, la pioggia, bancherelle, pelle all’arrabbiata, come si sono autodefiniti questi giovani e brillanti ( e carini) chef europei, che hanno trasformato Milano, per qualche ora, in una piccola Londra.
I menù erano a dir poco curiosi: una pannocchia da sgranocchiare cosparsa di maionese al rafano, un lecca lecca al polipo cosparso di pelle di maiale ( accidenti che bontà: eh si, questa proposta arriva da Al mercato: Eugenio e Beniamino, vi verremo a trovare presto per il vostro famoso hamburger), sandwich di pastrami di lingua di manzo, uova di trota e salsa di dragoncello, manzo crudo su pane grigliato con midollo sott’aceto, germogli di aglio orsino, crescione e rafano, wrap di cuore d’agnello, yogurt di pecora e acciughe, kebab d’anatra con ketchup di carote.

Ebbene si: ho adorato assaggiare tutte queste prelibatezze.
E il mio piatto preferito, senza dubbio, il famoso the winner is…è: sandwich di pastrami di lingua di manzo: le uova di trota e la salsa al dragoncello rendevano questo piatto delizioso, dandogli un tocco inusitato.
Devo dire che anche il manzo crudo e l’aglio orsino hanno il loro perchè.
Aggiungici che comunque pioveva, e la temperatura si era abbassata, finalmente, dando un po’ di fiato. E aggiungiamoci anche che mi sono fatta un (finto) tatuaggio molto splatter sponsored by Acqua San Pellegrino….e direi un trionfo di serata.

E poi la location era di quelle giuste. Cioè se dovessi ora organizzare la festa più festosa di tutte, la farei senz’altro lì, alla Segheria di Via Meda.
Hip hip hurrà quindi per eventi così, che rendono Milano bella e ti fanno tirare un sospiro di sollievo: sopravvivere a Milano, nonostante Milano.
Perchè Milano è bella, ed è anche cool. Più cool di quanto potessi ricordare. Più rock di quanto il nostro darla per scontata la faccia sembrare.

oggi mi trovate anche qui
print

Print

23 Comments

  • Anonymous says:

    Milano sta diventando la citale del cibo..solo pochi mesi fa la MIlano food week.
    Senza offesa, cara Alice…ma la presenza di vino a fiumi spiega come tu sia riuscita a ingurgitare il cuore d’agnello….mi viene in mente la scena di Indiana Jones in cui l’attrice coprotagonista deve sorseggiare una zuppa dal cranio di una scimmia!! brrrr
    Ma forse la verità è che si tratta di cibo da grandi intenditori, quale tu sei! Nina

    • alice says:

      ahahah nina in effetti anche io ho fatto fatica all’inizio, ma poi ho detto…why not?e devo dire ne sono stata piacevolmente sorpresa!
      un bacio

  • Roberta says:

    Alice cara, come sempre hai scritto un post bellissimo! Anzi, anche più bello del solito, perchè comunica entusiasmo, passione e voglia di mettersi di nuovo in gioco. E poi, hai anche ritrovato l’appetito…! Un grande abbraccio dalla tua cheerleader Roberta.

  • Stefy says:

    In un periodo in cui ho lo stomaco chiuso e fatico a mangiare… questo post mi ha fatto venire una volgia assurda di provare e mangiare cose nuove!
    Sei mitica!
    Secondo me se ti rimetti a cucinare mi ci rimetto pure io 😉
    Uuuuu che bella Milano!!! adoro… sogno… da sempre e per sempre… ma resterà un sogno 🙁
    Roma mi fa innammorare ogni volta che giro con lo scooter per il centro, almeno questo! ma di eventi così proprio niente!
    Non è giusto che una città viva solo in funzione dei turisti! anche noi simil-cittadini vogliamo i nostri eventi!
    uffff
    vabbè, forse è ora che faccio un giro per gli stand estivi che aprono sul Tevere, li hai mai visti?
    non male… sempre costosi e turistici, ma carini.
    Un abbraccio fortissimissimo
    Stefy

    • alice says:

      dai stefy: facciamoci tornare l’appetito insieme!Dobbiamo..!
      bella roma…bella trastevere e belli i tramonti lì.
      un bacio

  • Anonymous says:

    Otta…mitica!!! Il Diploma di Coraggio (l’ho sollecitato stamani all’infermiera che mi faceva le analisi) va a te senza dubbio, io sono una vigliacca e mi butto sulla lasagna al ragu 🙂 mi piace provare sapori nuovi, ma con il cuore di agnello mi sentirei tanto Matrigna di Biancaneve!
    Però deve essere stato un evento interessante e pittoresco, che bello potervi partecipare…
    Come stai? Ti mando un bacio

    Elisa

    • alice says:

      ciao elisa….come sto, è ormai una domanda che evito accuratamente.
      però ti do ragione sulle lasagne al ragù…che bontà.Che bontà!

  • GiorgiaEugenia says:

    Io ho adorato questa edizione del Grand Fooding, ci sono andata proprio ieri sera con amiche gourmet e con coraggio abbiamo affrontato tutti quegli assaggi un po’ inquietanti…ma che buono, anche io ho apprezzato tantissimo il pastrami e il kebab di anatra!

    Per concludere la serata la mia amica Giulia “occhidacerbiatta” ha fatto colpo su un Veuve-Cliquot guy e quindi fiumi di champagne per tutti. Risultato? Siamo tornate a casa cantando gioiosamente 😉

    Ben vengano quindi cuochi arrabbiati e charmant, la voglia di nuovo e l’odore della pioggia a Milano!
    Buon weekend chèrie 🙂

    • alice says:

      devo dire che il veuve cliquot guy è stato concupito anche da noi…e abbiamo trangugiato litri di champagne, per fare un piccolo idromassaggio allo stomaco in vista delle delizie provate.
      🙂

      un bacio tesoro

  • Elena says:

    Cara Alice, come stai ragazza mia?? spero meglio.. vedo che fortunatamente non ti sei chiusa in casa, se non altro!!!
    io sento che ci sorprenderai tra poco, con tanti bei cuoricini che riappariranno nella tua mente, tu hai troppo bisogno di dare amore!!
    Torno oggi dalla montagna (a 2000 m in mezzo a mucche, cielo terso e solo il suono dei campanacci delle mucche, che bello solo jeans e maglietta rigorosamente NON stirati …) e vedo che qui si mangia eh???? meno male che l’appetito ti è ritornato a quanto vedo…
    ti abbraccio e saluto tutte le Ottagirl’s, a proposito cara Cicci come stai? prosegue tutto bene??

    • alice says:

      cara elena ciao a te.
      come detto sopra evito accuratamente di rispondere al come sto.
      ..per ilr esto prometto che ricomincerò a scrivere assiduamente!
      ti bacio

  • Martha says:

    Belllaaa Ottolina, e chapeau per la tenacia di assaggiare cose nuove..qualsiasi esse siano!

    Sempre preziosi i tuoi post.
    tanti baciii
    <3

  • A...lessandra says:

    ….che meraviglia trovare un tuo post!
    ogni tanto faccio un giro sul blog sperando che tu abbia postato i tuoi racconti, le tue parole che ci riscaldano il cuore e le foto, che ci parlano della tua vita!

    il food evento sembra interessantissimo…ci verrei apposta a Milano per farmi una seratina del genere…e che coraggio Ottolina, cuore e lingua! mammamia! però chi lo sà…forse ti doneranno nuove energie 😉

    kè sempre bello il tuo breakfast table…<3

  • Elena says:

    Alice….ma come eri bella nella foto a Roma con il vestitino nero aderente!!!!..ed i capelli ondulati bellissimi, ti stanno proprio bene…..
    grazie per condividere i tuoi momenti con noi, baci

  • Anonymous says:

    Ti leggo da un po’ ma non ti ho mai commentato. Forza forza e coraggio! Il segreto è fare le cose che ti fanno stare bene e iniziare a fare cose nuove, io sto facendo proprio così.

    Un bacio!
    Cecilia

  • Margot says:

    Ciao Alice cara! È da tanto che non ti scrivo ma vengo sempre a cercare un tuo nuovo post! Ci vorrebbe sempre un Champagne guy a portata di bicchiere!
    Un grande abbraccio xoxo

Load More

Leave a Reply

Your email address will not be published.